mercoledì 25 marzo 2015

Euroindoor Master: Primato Mondiale per Mario Longo

Ai Campionati europei master indoor di Torun, in Polonia, il risultato più importante della seconda giornata è rappresentato dal record mondiale di Mario Longo (Atl. Posillipo), che sfreccia in 7.10 nella semifinale dei 60 metri M50 per abbassare di tre centesimi il limite realizzato sei anni fa dallo statunitense Val Barnwell (21 marzo 2009 a Landover, nel Maryland). Il velocista napoletano, bronzo con la 4x100 agli Europei assoluti di Spalato ’90, compie l’impresa dopo aver già ritoccato il suo primato continentale con 7.18 nella batteria di inizio pomeriggio, migliorando il 7.29 ottenuto nella rassegna tricolore di Ancona, e si presenterà alla finale di domani con l’intenzione di crescere ulteriormente. Su questa distanza è anche il detentore del record mondiale M45 (6.97 nel 2010).

venerdì 20 marzo 2015

Golden Gala 2015: Il primatista mondiale Lavillenie sarà a Roma il 4 Giugno

La trentacinquesima edizione del Golden Gala Pietro Mennea, quarta tappa della IAAF Diamond League 2015in programma Giovedì 4 giugno allo Stadio Olimpico di Roma (a partire dalle 19:30) sarà nobilitata dalla presenza dell’olimpionico e primatista mondiale di salto con l’asta Renaud Lavillenie. 



giovedì 19 marzo 2015

Mennea: Roma dedica al campione “La pista di Pietro”

(da comunicato stampa Roma Capitale)
Un nuovo progetto nel nome del grande Pietro Mennea. Roma Capitale (Assessorato allo Sport), Acea e GoGreen onlus hanno recentemente presentato “La pista di Pietro” un’iniziativa che si propone di realizzare nuove piste utilizzando come materiale da costruzione la gomma delle scarpe da ginnastica esauste, le sneakers dismesse, opportunamente ridotte a 


mercoledì 18 marzo 2015

Sara Simeoni elogia le imprese di Alessia Trost e Silvano Chesani

A quasi 10 giorni dalle splendide madaglie ottenute dagli azzurri agli Europei Indoor di Praga, Argento per Alessia Trost, la prima da senior per la 21enne di Pordenone, argento anche per il trentino Silvano Chesani i due azzurri vengono elogiati da Sara Simeoni regina madre dell’alto italiano, che da Sasso Marconi, nel Bolognese, 

martedì 17 marzo 2015

Raduni Nazionale Giovanili: anche il mezzofondo pronto per Grosseto

FOTO FIDAL
(da comunicato fidal)
Il Direttore Tecnico del settore giovanile Stefano Baldini ha ufficializzato l’elenco dei selezionati per il raduno nazionale under 20 dedicato al mezzofondo che si svolgerà a Grosseto dal  al 4 aprile, in contemporanea con quello di lanci e marcia e con quello di Formia dedicato a velocità, ostacoli, salti e prove multiple di cui sono già state comunicate le convocazioni.
Sono 18 gli atleti selezionati (7 uomini e 11 donne) nati dal 1996 al 1999, fra cui le neo primatista italiana allieve degli 800 e 1500 indoor Marta Zenoni (Atletica Bergamo Creberg), l’argento delle Gymnasiadi di Brasilia Elena Bellò (Fiamme Azzurre), l’azzurrina del cross Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano) e il bronzo dei 1500 agli EYOF Francesca Tommasi (Insieme New Foods Verona). Complessivamente nelle due sedi sono 110 gli atleti selezionati appartenenti alle categorie Allievi (nati 1998-99) e Juniores (nati 1996-97) che come sempre saranno affiancati dai rispettivi tecnici sociali.
RADUNI NAZIONALI GIOVANILI, 1-4 APRILE 2015 | ELENCO CONVOCATI: FORMIA – GROSSETO: LANCI E MARCIA - MEZZOFONDO

Coppa Europa lanci: Bene Norbert Bonvecchio con m. 77,62 nel giavellotto e Daniele Secci nel peso

 A Leiria (Portogallo) nella XV rassegna continentale nella seconda e conclusiva giornata di gare, il migliore degli azzurri è stato il giavellottista Norbert Bonvecchio, che con il 77,62 al quinto turno si piazza in quinta posizione. La sua serie: 66,27 – 67,88 – 74,68 – 77,62 – 70,42 – 72,15. Per il trentino campione italiano in carica si tratta del sesto risultato in carriera, in una lista guidata dal 80,37 realizzato nel giugno scorso in Coppa Europa a Braunschweig. Il vincitore della gara è stato il russo Valeriy Iordan che centra un 83 metri esatti, davanti al turco FatihAvan (81,45) e al tedesco Thomas Röhler (79,72). Nel gruppo B è terzo con 70,24 Roberto Bertolini.
Nel peso Daniele Secci (PB 19,56) è nono e si dimostra più solido che in passato su palcoscenici internazionali: realizza tre lanci sopra i 18 metri (18,46 – 18,82 – 18,85) più tre nulli.
secci
Daniele Secci getto del peso
La vittoria si assegna per pochi centimetri ed a spuntarla è lo spagnolo Borja Vivascon 20,15 sullo svedese Leif Arrhenius a 20,09. Altri due atleti però superano la fettuccia dei venti metri ovvero Carlos Tobalina (Spagna, 20,04) e Gaetan Bucki(Francia, 20,04).
Silvia Salis lancia a 68,85 che la mette in settima posizione in una gara leggermente sottotono: la bordata migliore è quella realizzata dalla russa Anna Bulgakova con 72,06 davanti a Joanna Fiodorof a 70,90 e Alexandra Tavernier a 70,45. Solo quarta Betty Heitler, che oggi si accontenta di 70,42 e soli tre lanci.
  Nel disco Stefania Strumillo batte con m.  55,47 Valentina Aniballi ferma a 55,00. Le due italiane sono quarta e quinta nel gruppo B, che nella serie migliore è vinto dalla tedesca argento mondiale ed europeo Nadine Muller con 65,27 su Mélina Robert-Michon a 64,75.

lunedì 16 marzo 2015

Nella Maratona di Seoul seconda prestazione mondiale all time per il keniano Wilson Loyanae

Ieri il keniano Wilson Loyanae ha vinto  a Seoul la 71esima edizione della International Marathon classica del circuito IAAF Gold Label Road Race, in 2:06:11, ottenendo la seconda prestazione mondiale di tutti i tempi arrivando molto vicino al record mondiale della specialità che già gli appartiene con il tempo di 2:05:37 stabilito nel 2012
Dietro di lui un altro rappresentante del Kenia, Felix Kipchirchir Kiprotich che ha migliorato il suo record personale di poco più di un minuto chiudendo in 2:06:59. Ha chiuso il podio tutto keniano Jacob Kibet terzo a 2 : 07: 48.
Nonostante il passaggio di Loyanae ai 40 km in 1:59:36 facesse presagire al record mondiale, il maratona non è riuscito a tenere il ritmo e con gli ultimi due chilometri in 06:35, ha chiuso comunque con la seconda prestazione di sempre. Dopo il trio del Kenia, un’ altro trio alle loro spalle guidato da Yacob Järsö
Il titolo femminile invece è andato all’Etiope Guteni Shone che ha tagliato il traguardo in 2:26:22 finendo quasi due minuti avanti alla seconda classificata. La speranza locale Kim Seong-Eun, che nel 2010 era finita quarta finalmente è riuscita ha conquistare il podio  arrivando seconda in 2:28:20 con la cinese Wang Xueqin terza in 2:28:39.
I Risultati

domenica 15 marzo 2015

David Rudisha apre il 2015 con un fantastico 1: 45.01 a Sidney

Ieri al “Sydney pista Classic” il campione Olimpico di Londra 2012 e primatista mondiale degli 800m David Rudisha ha aperto la sua stagione 2015 con un impressionante 1: 45.01
Il keniano che per la quarta volta consecutiva ha aperto la sua stagione in Australia, non ha corso al meglio in quanto indietro con la preparazione. Tuttavia, il primatista mondiale si è detto soddisfatto della sua corsa, considerando la quantità limitata di preparazione specifica che ha avuto dopo l’infortunio ribadendo che l’obiettivo di questa stagione è quello di ritornare ad essere il numero 1.
Passagio del pacemaker Sammy Tangui ai 400 metri in 51 secondi nonostante dovesse passare in 49 con Rudisha un paio di passi indietro nel giro in 51,5 con Rowe alle calcagna. Rudisha si scontrerà ancora con Rowe, finito ieri alle sue spalle alla riunione di Melbourne World Challenge di Sabato prossimo.
Nelle altre gare, da segnalare Il Panamense Alonso Edward, medaglia d’argento nei 200m ai Campionati Mondiali di Berlino del 2009, ha vinto i 100 in 10.29 davanti al 19enne australiano Joshua Clarke, 10.30. Nel giavellotto maschile c’erano due 80metristi, Matthew Outzen che ha vinto la gara con 81.80m davantio a Hamish Peacock fermo a 80.32m.

sabato 14 marzo 2015

Oggi la Coppa Europa Lanci, ecco l'orario completo


Oggi e domani Leiria (Portogallo) ospita  la XV Coppa Europa Invernale.  Gli Azzurri, che arrivano dal terzo posto ottenuto dal team maschile senior nell’edizione dello scorso anno, anche quest’anno sono guidati dal capitano Nicola Vizzoni, ma saranno in gara anche il giavellottista Norbert Bonvecchio (Atletica Trento) e il pesista Daniele Secci(Fiamme Gialle). In pedana anche le azzurre Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) e Silvia Salis (Fiamme Azzurre), in una due giorni che annuncia alcuni fra i migliori lanciatori al mondo: è attesa la discobola campionessa olimpica, mondiale e europea Sandra Perkovic, ai campionati nazionali invernali di Spalato capace di 70,08 (quarta prestazione della carriera, a un metro esatto dal PB), ma anche Nadine Müller e, nel martello, la campionessa olimpica tedesca Betty Heidler opposta alla polacca bronzo europeo Joanna Fiodorow.

Questo l’orario delle gare:


venerdì 13 marzo 2015

Domenica si corre la Scarpadoro Half Marathon di Vigevano

La ‘nona’ è sempre un’opera importante, e vale anche per la Scarpadoro Half Marathon che domenica 15 marzo aVigevano festeggerà nove edizioni e 35 anni di storia del brand Scarpadoro, battezzato da Lord Sebastian Coe nel lontano aprile del 1980.
E come ogni anno, la Half Marathon prenderà per mano la città di Vigevano in una grande festa della corsa, del cammino e del benessere per tutti. Faranno, come sempre, da corollario alla mezza maratona le diverse 5 chilometri non competitiveV Scarpadoro in Rosa.

giovedì 12 marzo 2015

Caso Francioni: Parla in esclusiva per atleticanotize l’ex azzurro sciogliendo il silenzio stampa

Di atleticanotizie
 L’Italia che sogna di organizzare le Olimpiadi del 2024, dopo aver rinunciato a correre per quelle del 2020 per non  rischiare dissesti finanziari, deve fare i conti ogni giorno con infrastrutture sportive fatiscenti che ormai finiscono sempre più spesso in tribunale.
Il caso più emblematico di questa situazione è rappresentato dalla vicenda di Gianluca Francioni di cui ci siamo occupati già in passato, campione di getto del peso che ha chiamato in causa il gestore dello stadio “Martini” di Corridonia (Macerata) per un incidente sportivo capitato in quella struttura nel 2010.
Dopo le rivelazioni risalenti a quasi un anno fa che hanno fatto emergere l’incredibile notizia che lo stadio “Martini” oggetto dell’incidente non è a norma dal 1973, Francioni torna a parlare della vicenda dopo un silenzio stampa di quasi 10 mesi.
L’ex primatista italiano di getto del peso contattato da un nostro collaboratore per avere aggiornamenti sugli sviluppi del contezioso, è stato così gentile da volerci rilasciare alcune brevi dichiarazioni in esclusiva.
Le novità ci sono e riguardano fondamentalmente il prossimo appuntamento in tribunale che è stato fissato per il 27 Maggio dove la vertenza entrerà finalmente nel vivo con la chiamata dei testimoni e si avranno le prime risposte sull’accaduto. L’atleta sarà presente presso il tribunale di Macerata assistito come sempre dall’avvocato Giancarlo Nascimbeni.
Francioni che ha iniziato la sua carriera nel 1984 vestendo per ben cinque volte la maglia della nazionale italiana, ha stabilito il record italiano di getto del peso nel 1990 e nel 2009 ha conquistato il titolo di Campione Italiano e in questi ultimi mesi è passato dal campo sportivo alle carte bollate e tribunali al posto di pesi e pedane. 
vai al sito: atletica notizie