news

martedì 25 dicembre 2018

Natale: gli auguri di Usain Bolt


Il trionfatore delle Olimpiadi di Londra, oro nei 100 metri, nei 200 e nella staffetta 4x100, augura a tutti buone feste e... buon divertimento


lunedì 24 dicembre 2018

L'intervista a Filippo Tortu, il suo 2018 e i programmi per il nuovo anno


L’uomo del 2018 per l’atletica italiana. Filippo Tortu in questa stagione è diventato il primo azzurro sotto i 10 secondi nei 100 metri, con lo strepitoso 9.99 del 22 giugno a Madrid. Un’impresa per abbattere il fatidico muro, a vent’anni appena compiuti e con una carriera ancora davanti. Ad alto livello e a tutta velocità. Quasi il doppio del tempo era trascorso da quando il mito Pietro Mennea riuscì a correre in un formidabile 10.01, nel 1979. Talento e lavoro: così il brianzolo delle Fiamme Gialle, orgoglioso delle origini sarde del papà-coach Salvino, è il più giovane atleta europeo “sub 10” della storia. Per coronare un’esaltante ascesa: doppio personale nel meeting del 23 maggio a Savona con 10.09 e 10.03, a soli due centesimi dal primato nazionale, 10.04 da terzo posto al Golden Gala di Roma superando l’iridato indoor Christian Coleman, di nuovo 10.04 nella batteria di Madrid. Poi il 10.08 di Berlino, quinto nella finale più rapida di sempre agli Europei. Adesso ha quattro dei migliori cinque crono italiani alltime, sei tra i primi dieci.

L'intervista ad Antonella Palmisano, il 2018 e i programmi per il nuovo anno



Un anno indimenticabile. Prima la conferma sul podio con il bronzo agli Europei di Berlino nella 20 km, a dodici mesi dalla medaglia dello stesso metallo conquistata ai Mondiali di Londra. E poi il sogno realizzato delle nozze con l’amore della sua vita, il cinquantista Lorenzo Dessi. Il 2018 di Antonella Palmisano è un mix di tacco, punta e cuore e la 27enne delle Fiamme Gialle si è già messa in marcia nella sua sede di allenamento di Ostia (Roma) verso un 2019 ricco di appuntamenti e ambizioni che culmineranno nei Mondiali di Doha (27 settembre-6 ottobre). Nella prossima stagione di "Nelly" anche la possibilità di insidiare il record italiano della 20 km (1h26:17 di Eleonora Giorgi in Coppa Europa a Murcia nel 2015), specialità nella quale detiene la seconda migliore prestazione azzurra di sempre con 1h26:36 a Londra 2017.
È stata una stagione di emozioni forti. Cosa resterà di questo 2018?

domenica 9 dicembre 2018

Bronzo per l’Italia agli eurooei di cross di Tilburg, Crippa sesto, Meucci undicesimo



(ANSA) – ROMA, 9 DIC – Sale sul podio la squadra maschile italiana agli Europei di corsa campestre, a quattro anni dall’ultima volta. Gli azzurri si prendono il bronzo con una bella prova corale a Tilburg (Olanda), guidati dal 22enne Yeman Crippa, che chiude sesto (29’14” sui 10,3 km) in una volata decisiva per le sorti della classifica. Poi, il prezioso 11/o posto in rimonta del rientrante Daniele Meucci (29’26”), capitano del team, e la 20/a piazza della matricola Nekagenet Crippa (29’47”), fratello maggiore di Yeman, portano la formazione dell’Italia in zona-medaglie, con 37 punti, sul terreno fangoso. Una sfida molto combattuta, in cui l’Italia finisce ad appena tre lunghezze dal secondo posto della Gran Bretagna (34), mentre la Turchia (14) replica il titolo. Arriva così la seconda medaglia azzurra della giornata, dopo l’oro Under 20 di Nadia Battocletti e la quinta della storia nella competizione Seniores maschile: successo nel 1998, argento nel 2004, bronzo nel 2009 e 2014.

sabato 8 dicembre 2018

Muore giovane atleta statunitense investito da un’auto nel College dove studiava




Noah Farrelly aveva  18 anni, appassionato corridore e membro della divisione del cross country e track team della Stony Brook University. Stava attraversando una strada del campus quando è stato investito da un’auto. È stato ricoverato in ospedale, ma dopo ore di combattimenti, combattendo per la sua vita, è stato dichiarato legalmente deceduto dai medici.

Quando ho sentito la notizia, mi è stato ricordato il detto “solo i buoni muoiono giovani”. Perché Noè è veramente uno dei migliori. Lui è la persona più bella, più genuina che tu abbia mai incontrato; accomodante e amichevole, ma duro allo stesso tempo. Lui ti stringerà sempre la mano e si congratulerà con te dopo una gara.

martedì 4 dicembre 2018

Vota il ‘MIGLIOR ATLETA ITALIANO 2018’ su atleticanotizie




Atleticanotizie


Atleticanotizie organizza il sondaggio denominato “Vota il miglior atleta italiano del 2018”. A partire da oggi i lettori potranno votare per il loro campione preferito sul sito, contribuendo così ad eleggere il migliore.

C’ è tempo fino al 31 Dicembre per votare. La settimana successiva alla chiusura del contest verrà pubblicata sul sito la classifica che eleggerà il miglior atleta italiano insieme a quella dei singoli vincitori per Specialità sia al  maschile che al femminile. È possibile scegliere tra tutte le specialità dell’ atletica a tutti i livelli senza nessun tipo di limitazione. Al termine del sondaggio, chi tra i votanti avrà espresso il maggior numero di voti, riceverà un simpatico omaggio offerto gentilmente da Runnek

Per votare cliccare sull’ immagine sotto e collegarsi al sito dove votare,  scrivere il proprio nome o il nik name con  a fianco l’ atleta scelto e premere invio. Non ci sono limiti di voto giornalieri, quindi,  più voti esprimerete, più possibilità avrete di portarvi a casa l’ omaggio che potete  vedere  qui

(Verranno calcolati solo i voti passati per questa pagina,  non ricaricate direttamente dal sito di appoggio, grazie).


domenica 2 dicembre 2018

Un giapponese torna a vincere la Maratona di Fukuoka



Yuma Hattori è diventato il primo corridore giapponese dopo 14 anni a vincere la Fukuoka International Marathon di oggi  domenica.

Il venticinquenne ha battuto  l’Etiope Yemane Tsegay e l’Eritreo Amanuel Mesel per tagliare il traguardo all’Heiwadai Athletic Stadium per la sua prima vittoria.

“Questa è stata la mia quarta maratona, ho sempre perso velocità durante la gara, ma sono contento di aver vinto”, ha detto Hattori. “Il tempo era quello che stavo puntando, quindi penso che il mio allenamento abbia dato i suoi frutti”.

venerdì 30 novembre 2018

Ecco le clamorose immagini degli atleti che hanno barato nella mezza maratona cinese



Gli organizzatori della Mezza Maratona di Shenzhen hanno comunicato che circa 258 partecipanti sono stati beccati a barare durante la gara dello scorso fine settimana, nel punto che si vede nelle immagini sopra.

Ben 18 corridori hanno indossato finti pettorali e sono stati esclusi dalla manifestazione secondo l’agenzia di stampa Xinhua.