giovedì 24 luglio 2014

Mondiali lunghe distanze la squadra azzzurra per Manitou Springs (USA) del 16 Agosto

Il Direttore Tecnico Organizzativo delle squadre nazionali Massimo Magnani ha ufficializzato la composizione della squadra azzurra per i prossimi Campionati Mondiali di corsa in montagna lunghe distanze, in programma a Manitou Springs (USA) sabato 16 Agosto 2014. L'elenco comprende otto convocati, equamente divisi fra uomini e donne, fra cui spicca il nome della campionessa iridata in carica della specialità Antonella Confortola (Forestale).
Campionati Mondiali Lunghe Distanze di corsa in Montagna
Xavier CHEVRIER (Atl. Valli Bergamasche Leffe)
Emanuele MANZI (G.S. Forestale)
Massimo MEI (Atl. Castello)
Tommaso VACCINA (Cambiaso Risso Running Team Ge)
DONNE
Catherine BERTONE (Atletica Sandro Calvesi)
Antonella CONFORTOLA (G.S. Forestale)
Francesca IACHEMET (Atletica Trento)
Ivana IOZZIA (Calcestruzzi Corradini Excels.)

mercoledì 23 luglio 2014

Campionati mondiali Juniores Eugene, l’azzurro Yemaneberhan Crippa primo finalista nei 1500 metri

La prima giornata dei campionati mondiali  di atletica di Eugene (Usa), regala all’Italia subito il primo finalista. E’ l’azzurro Yemaneberhan Crippa  splendido autore di una gara fatta di tattica e coraggio e ha la sfortuna di incocciare l’etiope Berhane a metà dell’ultima curva quando sembra lanciato verso la qualificazione diretta con il terzetto di testa. Poi l’allievo di Massimo Pegoretti reagisce alla grande, sembra recuperare sulla terza piazza dello svedese Levay e sul traguardo agguanta la quarta posizione che lascia ancora vive le sue ambizioni di finale (tre i ripescaggi previsti con i tempi), ma soprattutto toglie oltre un secondo e mezzo al PB stabilito lo scorso anno a Donetsk (3:43.44 da 3:45.02).

martedì 22 luglio 2014

La giornata conclusiva degli assoluti vede protagonisti Diego Marani e Irene Siragusa

 Nell'ultima giornata dei Campionati italiani assoluti di Rovereto di ieri  la velocità è stata protagonista.  Diego Marani infatti  nei 200 metri con il tempo di  20.47 (+0.3) diventa  il nono italiano di sempre sul mezzo giro di pista, il decimo in Europa nel 2014. Per lui un progresso personale di 18 centesimi grazie a cui si lascia alle spalle i compagni di club Matteo Galvan 20.71 ed Eseosa Desalu 20.82.
 Al femminile Irene Siragusa (Atletica 2005) fa suo il titolo dei 200 in 23.27 (-0.3) superando la campionessa uscente Marzia Caravelli (Aeronautica) 23.47 dopo aver vinto anvhe la gara dei 100 etri. La 21enne toscana stabilisce  anche il secondo standard di iscrizione per gli Europei di Zurigo. Era da sette anni che un'atleta non faceva doppietta 100-200 agli Assoluti: l'ultima a riuscirci era stata Anita Pistone nel 2007 a Padova.
Nei 400hs la primatista d'Italia Yadisleidy Pedroso (Aeronautica) non teme rivali e chiude in 55.84, suo secondo miglior risultato stagionale, mentre al maschile il campione è Leonardo Capotosti (Fiamme Gialle), 50.17. E se oggi per il capitano azzurro Nicola Vizzoni (Fiamme Gialle) c'è la soddisfazione del ventottesimo titolo nel martello con un lancio da 75,99, l'ancora 19enne Federica Del Buono (Forestale) inaugura brillantemente la sua collezione tricolore facendo il vuoto nei 1500. Imprendibile la giovane mezzofondista vicentina che con 4:10.26 stacca di oltre 10 secondi la prima delle sue avversarie.

lunedì 21 luglio 2014

Assoluti Coppa Italia: i titoli all'Esercito per le ragazze e Fiamme Gialle al maschile

Le tre giornate dei 104esimi Campionati Italiani Assoluti di Rovereto (Trento) decretano anche le società vincitrici della Coppa Italia 2014. Ad aggiudicarsi il trofeo che vale il diritto di partecipazione alla Coppa Campioni per club del 2015 sono, per la quinta volta consecutiva, gli uomini delle Fiamme Gialle e le donne dell'Esercito. I finanzieri, campioni d'Europa in carica, conquistano 13 vittorie individuali (100, 200, 400, 800, 400hs, 3000sc, martello, peso, marcia, alto, lungo, 4x100, 4x400) precedendo con 213 punti Aeronautica (114) e Carabinieri (96). Le soldatesse, invece, collezionano 5 titoli (800, 4x400, lungo, disco, giavellotto) e 166 punti davanti a Fiamme Azzurre (115,5) e CUS Pisa Atl. Cascina (76)./

domenica 20 luglio 2014

Assoluti Rovereto, Donato rinuncia nel salto triplo


Dopo la rinuncia di Andrew Howe, un'altro protagonista atteso non ci sarà nel salto triplo.Fabrizio Donato non sarà in pedana agli Assoluti di Rovereto. Il bronzo olimpico del triplo a Londra 2012, atteso ad un test fuori classifica nella finale del campionato nazionale, è rimasto vittima di un malessere intestinale la scorsa notte, e ha quindi comunicato la propria rinuncia. Nulla di particolarmente grave, in sostanza, ma quanto basta per impedire la presenza nella prova di domenica sera. “Non mi arrendo, ci mancherebbe – il commento del portacolori delle Fiamme Gialle - conto di rimettermi subito in sesto, per continuare il percorso di avvicinamento agli Europei di Zurigo”. Alla rassegna continentale, Donato si presenterà da campione uscente, in virtù del titolo conquistato nell’edizione di Helsinki 2012. 

sabato 19 luglio 2014

Assoluti Rovereto: Nella marcia vincono Giorgio Rubino e Antonella Palmisano

E’ iniziata ieri l’edizione numero 104 dei campionati italiani assoluti di Rovereto. La prima giornata di gare ha subito regalato i primi due ori nella marcia. La vittoria al femminile per Antonella Palmisano che si aggiudica la 10km su strada nel centro cittadino fermando il cronometro a 45:15 davanti all’under 23 Federica Curiazzi (Bergamo 59 Creberg) 46:21 e Serena Pruner (SG Amsicora) 49:02.
rubino_esultanza2010
Giorgio Rubino
La gara maschile ha visto invece, il successo di Giorgio Rubino (Fiamme Gialle) in 40:13 su Federico Tontodonati (CUS Torino) 40:21 e Matteo Giupponi (Carabinieri) 40:44.Tornando in pista bene Libania Grenot (Fiamme Gialle) che corre i 400metri in 53.86 con grande disinvoltura. Il miglior crono delle batterie è, però, il 53.69 di Maria Enrica Spacca (Forestale) imitata al maschile da Michele Tricca (Fiamme Gialle) 47.22 con Matteo Galvan (Fiamme Gialle) vincitore del suo turno in 47.77. Domani in finale negli 800 metri sia Marta Milani (Esercito) 2:07.11 che Giordano Benedetti (Fiamme Gialle) 1:51.68, nel giorno in cui il più veloce è Lukas Rifesser (Esercito) 1:50.99. Passando alle qualificazioni dei concorsi spicca il 6,40 (+0.6) della lunghista Tania Vicenzino (Esercito), mentre i tra i migliori lanci di giornata c’è il 73,06 di Roberto Bertolini (Fiamme Oro) nel giavellotto. Nell’alto femminile qualificazione tranquilla per Alessia Trost con un solo salto ad 1,71 che gli basta per accedere alla finale in programma questa sera alle ore 19,45. Insieme a lei qualificate Desirée Rossit (Fiamme Oro), Elena Brambila (Fiamme Azzurre) e Serena Capponcelli (CUS Pisa Atl. Cascina).

venerdì 18 luglio 2014

Il ritorno di Asafa Powel a Lucerna

Asafa Powell un po' arrugginito è tornato in pista a Lucerna sui 100 metri con il tempo di  10"30. Per il giamaicano un terzo posto in batteria  in una gara condizionata dal vento che soffiando contro i velocisti ha condizionato anche il tempo del vincitore   Hyman, che in una serie diversa da Powel ha corso in 10.23. Stessa storia anche nei 200 metri vinti da  Van Niekerk  in 20.60  sul campione di Giamaica Dwyer e su uno spento Spearmon fermo a 20"81.L'unica gara che si è salvata al maschile è stata quella dei  110hs vinti  dal'americano Aleec Harris in 13.28.
Al femminile la velocità ha dato più spettacolo rispetto ai colleghi maschi. Nei 100, la Ahye (11.09) ha battuto la Bartoletta-Madison (11.20). La Ahye si è poi ripetuta  anche sui  200  vinti in 22.77, dove si segnala il  sesto posto della pluriolimpionica Veronica Campbell-Brown (23.13) apparsa spenta e fuori forma. Nei 100hs la spunta Castlin (12.81), reduce dalla brutta gara di Glasgowle che mette in  la Pearson e la Rollins 12.90 e 12.95 per loro. Nell'alto, 1,95 della tedesca Jungfleisch. Ancora Germania nel giavellotto, col progresso della 20enne Hussong (63,34). Vittoria consecutiva numero 52 per Valerie Adams, ancora un 20,42 come a Losanna con altri tre lanci ben oltre i 20 metri.

giovedì 17 luglio 2014

Rovereto,Campionati italiani assoluti domani si assegnano le prime medaglie

Campionati Italiani Assoluti, edizione numero 104. La massima rassegna tricolore si disputa per la prima volta in Trentino, a Rovereto, da venerdì 18 a domenica 20 luglio.  Lo Stadio Quercia di Rovereto ospiterà la rassegna tricolore, organizzata  nel cinquantenario della costruzione dell'impianto della Città della Pace. In palio ci saranno 44 titoli (22 maschili e altrettanti femminili), compresi quelli delle Prove Multiple. Le gare più frequentate sono quelle sulle barriere con 66 nomi (39 uomini e 27 donne) nell'entry-list dei 400hs, seguiti dai 56 (31 uomini e 25 donne) dei 3000 siepi e dai 55 che si schiereranno ai blocchi di partenza tra 110hs (27) e 100hs (28).mentre nel comparto lanci spicca la presenza di 55 martellisti (23 uomini e 34 donne).
Nella giornata d'apertura di domani, verranno assegnate le prime medaglie nella marcia. A giocarsele  saranno  58 atleti,  30 uomini e 28 donne che affronteranno il percorso su strada. Sono  1034 gli atleti iscriitti in totale, 535 uomini e 499 donne, in rappresentanza di 181 società. Questa sarà un' edizione da record  per quanto riguarda il numero di iscrtitti con più atleti al via dal 2000 ad oggi grazie anche al nuovo regolamento federale che ha aperto la partecipazione con il minimo B ai vincitori o ai migliori classificati dei campionati regionali assoluti che si sono disputati a fine Giugno.
La manifestazione assegnerà anche la Coppa Italia, ovvero il trofeo a squadre che dà diritto alla partecipazione della Coppa Campioni per club del prossimo anno. Nel 2013 ad aggiudicarselo erano stati gli uomini delle Fiamme Gialle, diventati poi campioni d'Europa per il terzo anno consecutivo e le donne dell'Esercito.
Le gare verranno trasmesse in diretta sabato dalle dalle 20:15 alle 22:45 e domenica dalle 19 alle 21:30.

mercoledì 16 luglio 2014

Gibilisco supera i 5,70 nell'asta a Rieti

Il primatista italiano Giuseppe Gibilisco torna a quota 5,70 nel salto con l'asta. Ad un anno e poco più dall'oro ai Giochi del Mediterraneo di Mersin vinti con la stessa misura, il campione del mondo di Parigi 2003 oggi è sceso in pedana a Rieti. La gara, inserita nel contesto del locale Trofeo Perseo, ha visto il 35enne siracusano delle Fiamme Gialle aprire la sua progressione direttamente con 5,50 alla seconda. Nessun errore poi per lui ai successivi 5,60 e 5,70, per chiudere con tre assalti senza fortuna a 5,80. Quello odierno è un risultato che lo colloca 10 centimetri al di sopra dello standard federale di iscrizione per i prossimi Europei di Zurigo (12-17 agosto) e al settimo posto delle liste stagionali del Vecchio Continente. Per la cronaca oggi a Rieti, alle spalle di Gibilisco, finiscono tre atleti tutti quota 5,00: Simone Fusiani (Studentesca CaRiRi), Alessandro Sinno (Aeronautica) e Atoll Lau (Biotekna Marcon).

martedì 15 luglio 2014

Risultati Meeting di Nembro: in evidenza Delmas Obou nei 100 metri

Venerdi  si è svolto il  XVIII Meeting nazionale "Città di Nembro" tradizionale meeting lombardo.  Il miglior risultato di serata è arrivato dai 100 metri dove il  campione italiano assoluto Delmas Obou, (Fiamme Gialle)  ferma il cronometro a 10.33, terza miglior prestazione in carriera. Secondo al traguardo Diego Marani (Fiamme Gialle) che si migliora fino a 10.46. Nei 110hs va tutto secondo pronostico. Vince Hassane Fofana (Fiamme Oro) con 13.82 (+0.8) non lontano dal recente personale.
La gara più attesa quella degli gli 800 femminili, si chiude con lavittoria di Yusneysi Santiusti (CUS Pisa Atl. Cascina), che bissa il successo di Lignano Sabbiadoro  con il tempo di 2:04.23 che gli  basta per il successo davanti Margherita Magnani (Fiamme Gialle), al secondo crono personale all-time in 2:04.31 arrivata ad un niente dalla vincitrice. Al maschile vince il Senegalese Mor Seck (Atl. Monza) con il tempo di 1:46.94, con un interessante Lukas Rifesser (Esercito) con un 1:47.53, secondo crono italiano stagionale dopo l’1:45.99 di Giordano Benedetti.
Nel lungo femminile Tania Vicenzino (Esercito) lotta fino alla fine ma si deve arrendere alla svizzera Irene Pusterla che vince con 6,46 (+1.0) davanti all’azzurra, atterrata a 6,34.  Il disco femminile ha visto  ai primi cinque posti le cinque migliori lanciatrici 2014. Il successo se lo prende la  capolista stagionale Valentina Aniballi  (Esercito) con 56.13 (a poco più di un metro dal suo picco stagionale) davanti al 53.40 di Laura Bordignon (Fiamme Azzurre), mentre Natalina Capoferri (Atl. Brescia 1950) avvicina il PB a 53.13. Stefania Strumillo (Atletica 2005) è quarta con 52.02, Anna Salvini (CUS Pisa Atl. Cascina) quinta con 51.00
Il salto in lungo maschile invece ha visto  protagonista assoluto Emanuele Catania (Fiamme Gialle)  che stampa un 7,92 (+1.7) al quarto salto, eguagliando  al pelo  il personale outdoor. Il campione d'Italia Alessio Guarini (Fiamme Oro) esce battuto, ma con tutti gli  onori: 7,79 (+0.8), stagionale e terza misura nazionale dell'anno. Kevin Ojiaku (Fiamme Gialle) supera il triplista azzurro Fabrizio Schembri (Carabinieri) per il terzo posto: 7,57 (+0.7) a 7,55 (+0.2).
Nel  giavellotto maschile che fino ad ora è stata la specialità dei lanci con più fermento in Italia dopo il più ottanta stabilito da Bonvecchio in Coppa Europa, si distingue Roberto Bertolini (Fiamme Oro), il cui 77,15 ottenuto al primo lancio. Per il milanese è la seconda misura di sempre dopo il 78,10 del personale  ottenuto proprio a Nembro nel 2008.

lunedì 14 luglio 2014

Iniziano i Campionati mondiali Junior a Eugene negli Usa

Il Direttore Tecnico delle Nazionali giovanili Stefano Baldini ha ufficializzato la squadra per i Campionati Mondiali Juniores in calendario a Eugene (Oregon, Stati Uniti) dal 22  al 27 luglio 2014. L'elenco comprende 49 atleti, fra cui 30 uomini e 19 donne. Fanno parte del team azzurro anche la Campionessa Europea Junior di salto triplo Ottavia Cestonaro (Forestale) e l'argento mondiale allieve di salto in alto Erika Furlani (CUS Pisa Atletica Cascina).
Ecco gli azzurri:



100/200/ 4x100
Luca Antonio
CASSANO
Atletica Firenze Marathon S.S.
Simone
PETTENATI
Modena Atletica
Jacopo
SPANO'
Atletica Sandro Calvesi
Levi Roche
MANDJI
Atl. Brescia 1950
Roberto
RIGALI
Atl. Vallecamonica
Marco
GIANANTONI
S.E.F. Virtus Emilsider Bo
800/1500/
5000/1000/3000st
Lorenzo
PILATI
Atl. Valli Di Non E Sole
Enrico
RICCOBON
Athletic Club Firex Belluno
Mattia
PADOVANI
Atl. Lecco-Colombo Costruz.
Yemaneberhan
CRIPPA
GS Valsugana Trentino
Giulio
PERPETUO
GS Valsugana Trentino
Omar
GUERNICHE
C.S. S.Rocchino
Umberto
CONTRAN
Atletica Piemonte ASD
Yohannes
CHIAPPINELLI
Montepaschi Uisp Atl. Siena
110hs
Luca
DE MAESTRI
Atletica Monza
Simone
POCCIA
Atl. Studentesca Ca.Ri.Ri
400hs
Luca
CACOPARDO
Atl. Riccardi Milano
Francesco
PROIETTI
Atl. Studentesca Ca.Ri.Ri
alto
Federico
AYRES DA MOTTA
Assindustria Sport Padova
asta
Luigi robert
COLELLA
Scuola Nazionale Asta
lungo
Harold Andrelly
BARRUECOS MILLET
Atl.Vicentina
Filippo
RANDAZZO
A.S.D. Pro Sport 85 Valguarn.
triplo
Lorenzo
DALLAVALLE
Atl. Piacenza
Simone
FORTE
ACSI Campidoglio Palatino
peso
Sebastiano
BIANCHETTI
Atl. Studentesca Ca.Ri.Ri
Gianpiero
RAGONESI
disco
Gianpiero
RAGONESI
Giulio
ANESA
G. Alpinistico Vertovese
p.m.
Simone
FASSINA
Team-A Lombardia
marcia 10.000 m
Daniele
TODISCO
GEAS Atletica
Gregorio
ANGELINI
Alteratletica Locorotond0




DONNE 



100/200
Johanelis
HERRERA ABREU
Atl. Brescia 1950
Annalisa
SPADOTTO SCOTT
Bracco Atletica
400m/400hs/staffetta 4x400
Ilenia
VITALE
Libertas Friul Palmanova
Ayomide
FOLORUNSO
C.U.S. Parma
Valentina
CAVALLERI
SSV Bruneck Brunico Volksbank
Alice
MANGIONE
A.S.D. C.U.S. Palermo
Lucia
PASQUALE
A.S. Olimpia Club Molfetta
Alessia
BALDI
A.S.D. ACSI Italia atletica
1500/3000
Giulia
APRILE
Atletica Firenze Marathon S.S.
Anna
STEFANI
ASV Sterzing Volksbank
alto
Erika
FURLANI
CUS Pisa Atletica Cascina
Eleonora
OMOREGIE
Atletica Malignani Libertas Ud
asta
Helen
FALDA
Sisport Fiat
lungo
Ottavia
CESTONARO
G.S. Forestale
triplo
Ottavia
CESTONARO
G.S. Forestale
Benedetta
CUNEO
Atletica Firenze Marathon S.S.
disco
MariaAntonietta
BASILE
ASD Enterprise Sport & Service
martello
Giulia
CAMPORESE
C.U.S. Padova
marcia 10km
Nicole
COLOMBI
Atl. Brescia 1950
Eleonora
DOMINICI
A.S.D. Acsi Italia Atletica

domenica 13 luglio 2014

Oro per l'Italia ai campionati Europei di corsa in montagna

I gemelli Dematteis
Arrivano tre ori a squadre (uomini, donne, junior maschili) sui quattro in palio a Gap, sede dei XIII Campionati Europei di corsa in montagna. Sulle alpi francesi si prende l'oro con una fuga solitaria il cuneese Bernard Dematteis, che conferma così il titolo vinto un anno fa a Borovets. Il fratello gemello Martin completa la festa italiana e familiare prendendosi un’emozionante bronzo dietro al britannico Robbie Simpson. È oro anche per quello assoluto femminile formato dall’iridata Alice Gaggi, quarta a Gap, da Elisa Desco (settima), Valentina Belotti (nona) e Elisa Sortini (31esima). Ora all'orizzonte del team italiano ci sono i XXX Campionati Mondiali di corsa in montagna di Casette di Massa, ospitati nelle cave di marmo del “bacino di Gioia” il 14 settembre prossimo.
Bernard Dematteis corre con il peso del titolo continentale conquistato – clamorosamente - un anno fa nelle montagne polacche di Borovets. Il fratello Martin è dato in grandissima condizione, il team azzurro composto anche da Alex Baldaccini e Luca Cagnati è compatto come non mai. Bernard sceglie una rischiosa gara d’attacco: in testa fin dai primi metri, sfilacciando da subito il gruppo che prova a stargli dietro, soprattutto Robbie Simpson che tignoso lo marca a distanza di una decina di metri. Al passaggio del primo giro sono una ventina i secondi di vantaggio sul fratello e trenta sul britannico. Inseguono nomi importanti della corsa in montagna come quello del turco sei volte campione continentale Ahmet Arslan, del francese Julien Rancon, del rumeno proveniente dall’orienteering Ionut Zinca e dello stesso Baldaccini. La mossa dei Dematteis trasforma i 13,5 chilometri di gara in un incessante inseguimento alle maglie azzurre, in particolare a Bernard.
 Le donne della corsa in montagna italiana non tradiscono e portano a casa l’oro a squadre in una gara dominata dalla favorita della vigilia, l’austriaca Andrea Mayr. Il medico viennese costruisce una vittoria individuale in 39:43 che colpisce per l’autorità e il distacco – 1:10 sulla seconda classificata, la slovena Mateja Kosovelj (40:53) – nonostante dia l’impressione di non premere sino in fondo sul pedale dell’acceleratore.Terza, a sorpresa ma non troppo, è l’altra austriaca Sabine Reiner (41:03): l’uno-due delle maglie biancorosse per un attimo spaventa i tifosi azzurri a bordo percorso, ma la classifica finale è tinta di azzurro brillante. Italia prima con 20 punti, con la Gran Bretagna seconda staccata di 11 lunghezze (31 punti) e le austriache di bronzo con 36 punti complessivi. La campionessa mondiale Alice Gaggi passa al primo giro, a metà gara, al terzo posto già in rimonta all’interno di un gruppetto di inseguitrici che comprende Kosovelj e la britannica Emma Clayton. Recupera qualcosa in discesa, “specialità della casa” ma non basta: viene superata da una Reiner che nel secondo tratto di salita ha davvero una marcia in più e quasi arriva a soprendere Kosovelj, brava a respingere al mittente l’assalto. L’azzurra chiude quarta in 41:22, a 19 secondi dal bronzo.

sabato 12 luglio 2014

Campionati Europei Corsa in Montagna: ecco gli azzurri per Gap (Francia)

Oggi partono da Gap (Francia) i  Campionati Europei di Corsa in montagna. Gli azzurri che parteciperanno all'evento transalpino saranno sedici  equamente divisi fra uomini e donne compresi due quartetti under20. Gli uomini saranno in gara con tre quarti della squadra che l'anno scorso potò a casa il titolo europeo, ovvero il campione continentale Bernard Dematteis (Pod. Valle Varaita), il gemello Martin e Alex Baldaccini (GS Orobie) cui si aggiunge Luca Cagnati (Atletica Valli Bergamasche).
Tra le donne spiccano i nomi dell'iridata Alice Gaggi (Runner Team 99) affiancata dal bronzo mondiale Elisa Desco (Atletica Alta Valtellina) e dalla vicecampionessa europea Valentina Belotti (Runner Team 99). Ecco l'elenco della squadra italiana:
UOMINI
Seniores
Alex BALDACCINI (G.S.Orobie)
Luca CAGNATI Atletica (Valli Bergamasche)
Bernard DEMATTEIS (Podistica Valle Varaita)
Martin DEMATTEIS (Podistica Valle Varaita)
Juniores 
Nadir CAVAGNA (Atletica Vallebrembana)
Martino DE NARDI (Atletica Dolomiti Belluno)
Diego RAS (Atletica Pinerolo)
Alberto VENDER (S.A. Valchiese)
DONNE
Seniores
Valentina BELOTTI (Runner Team 99)
Elisa DESCO (Atletica Alta Valtellina)
Alice GAGGI (Runner Team 99)
Elisa SORTINI (G.P. Talamona)
Juniores
Roberta CIAPPINI (G.S.CSI Morbegno)
Giulia COMPAGNONI (Atletica Alta Valtellina)
Elena TORCOLI (Atletica Brescia)
Alessia ZECCA (G.S. Valgerola)

venerdì 11 luglio 2014

A Lignano Sabbiadoro (UD), protagoniste Marta Milani e Federica Del Buono


Protagonista assoluta del Meeting Sport Solidarietà di Lignano Sabbiadoro (UD) arrivato quest'anno alla venticinquesima edizione è stata la pioggia . Alessia Trost (Fiamme Gialle) al terzo test agonistico dopo l'infortunio patito in primavera alla caviglia del piede di stacco,  nell'alto salta a 1,83 (alla seconda) e poi tenta per tre volte 1,86 senza fortuna condizionata indubbiamente dal tempo che ha costretto gli organizzatori a fermare la gara per un'ora. Alla stessa quota escono di scena l'argento mondiale under 18 Erika Furlani (CUS Pisa Atl. Cascina) e la campionessa statunitense Inika McPherson (fresca di PB a 2 metri) che finiscono appaiate al secondo posto con 1,83. Vittoria all'ucraina Olena Holosha, l'unica ad aver ragione dell'asticella ad 1,86.
Negli 800 metri femminili vittoria  della cubana Yuneysi Santiusti (CUS Pisa Atl. Cascina) al photo-finish davanti ad una concreta  Marta Milani (Esercito) che lotta fino alla fine.Il crono è lo stesso per entrambe: 2:03.27. Al quarto posto non si smentisce la 19enne Federica Del Buono (Forestale) che si migliora di oltre un secondo anche sul doppio giro di pista, 2:03.93 stabilendo la settima prestazione italiana di sempre under 23.
Al maschile, successo dell'irlandese Mark English (1:46.52), ottavo il ventenne Emilio Perco (ANA Atl. Feltre) 1:48.32. I 1500 se li aggiudica, invece, lo spagnolo Manuel Olmedo in 3:37.84, Mohad Abdikadar arriva decimo in 3:41.41. Per il mezzofondista dell'Aeronautica non è lo stagionale (3:40.46 il 31 maggio), ma rappresenta comunque il terzo crono più veloce della sua carriera.  Tra le donne, la statunitense Gabriele Grunewald stacca tutte in 4:05.22.

giovedì 10 luglio 2014

Campionati Italiani Master, tutti i risultati di Modena

Si è conclusa la rassegna 2014 dei  Campionati Italiani Master di Modena, manifestazione che ha visto una partecipazione record,  oltre 2900 atleti-gara iscritti. Dalla città emiliana arrivano numerosi primati nazionali per un totale di 28 migliori prestazioni nazionali. Partendo dai  200 metri Emma Mazzenga (Atl. Città di Padova) corre in 39.20 e abbassa  nettamente il limite europeo W80 di 39.92, che aveva stabilito il 12 settembre dell’anno scorso  a Marcon (Venezia) in occasione del Mennea Day. Una prestazione che era nell'aria visto che l’inossidabile veneta era riuscita a realizzare il crono di 39.19 l 8 giugno nella fase regionale dei Societari master a Caprino Veronese, ma in quel caso senza rilevazione del vento, mentre ieri aveva sfiorato il suo primato sui 400 metri. Il tempo di 39.20 è inoltre inferiore al record iridato di categoria in base a quanto riportato dalle statistiche della Wma (la federazione mondiale master), anche se quest’anno la statunitense Irene Obera ha ottenuto il risultato di 38.10 (-0.2) sul mezzo giro di pista a Berkeley il 18 gennaio. Ex insegnante di scienze e chimica, la Mazzenga ha gareggiato a livello assoluto alla fine degli anni Cinquanta, per poi ricominciare dopo aver spento 53 candeline nel 1986, e da allora non si è più fermata sotto la guida del tecnico Gianfranco Sommaggio. Nel palmarès di “Mimma” ci sono 9 titoli mondiali e 23 continentali, sino ad essere proclamata Best Female Veteran dall’associazione europea Evaa per il 2013.
Nei lanci, il martello con maniglia corta SF55 regala un primato italiano per merito della poliedrica Rosanna Rosati (Romatletica), che in passato è stata campionessa italiana assoluta del pentathlon indoor, toccando la misura di 11,65 dopo aver incrementato il record del martello nella giornata inaugurale. Tra le SF70 progredisce con 12,62 Brunella Del Giudice (Nuova Atletica dal Friuli), ma poi si vede sottrarre per un solo centimetro il successo e anche la miglior prestazione italiana nel giavellotto da Maria Luisa Finazzi (Atl. Sandro Calvesi), vincitrice con 17,83. Sempre nel giavellotto Marirosa Auteri (Vittorio Alfieri Asti) aggiunge più di un metro al suo primato SF60 con 21,75.
Nelle staffette c’è la soddisfazione nella 4x100 SF35 del record per la Ss Lazio Atletica Leggera (Valentina Teodonio, Alessandra Palombo, Natascia Rita, Mita Delia) con 52.82 , ma anche per i quartetti di Trieste Atletica (Giusy Sangermano, Elisabetta Dodi, Alessandra Grasso, Paola Capitanio con 55.37 nella 4x100 SF50), Atletica Aviano (Maria Cristina Fragiacomo, Jole Sellan, Anna Maria Marcuzzi, Rossella Viol in 7:03.36 nella 4x400 SF65) e Olimpia Amatori Rimini (Massimo Clementoni, Zaccaria Facchini, Franco Maffei, Franco Zamagni con 3:53.49 nella 4x400 SM55). Ma la rassegna tricolore “over 35” entusiasma il pubblico grazie a una moltitudine di sfide emozionanti: nel triplo SF45 Tiziana Piconese (Lagarina Crus Team) si prende la rivincita dell’alto su Chiara Ansaldi (Atl. Canavesana), il campione mondiale indoor dei 3000 metri Dario Rappo (Masteratletica) precede sugli 800 metri SM65 Konrad Geiser (Sportclub Meran), mentre Giancarlo Ciceri (Atl. Sandro Calvesi) nel triplo SM55 sconfigge il primatista italiano Massimo Fiorini (Atl. Livorno).

mercoledì 9 luglio 2014

Anna Incerti e Stefano La Rosa trionfano al- Le Miglia di Agordo (BL)-

atleticanotizie: E' stato un monologo tutto italiano quello andato in scena domenica 6 luglio ad di Agordo (BL) che ha visto Anna Incerti e Stefano La Rosa vincere con grande autorità al "Le Miglia di Agordo". La XXIII edizione la corsa podistica internazionale su strada nel centro storico  oltre ai  due azzurri è stata caratterizzata  dalla forte presenza italiana. La campionessa d’Europa 2010 di maratona Anna Incerti (Fiamme Azzurre) ha regolato la concorrenza con autorità tagliando il traguardo in 17:15. Alle sue spalle la rientrante Michela Zanatta (Biotekna Marcon) che archiviati  vari infortuni e la maternità , arrivata in 17:47 davanti all'altra maratoneta azzurra Rosalba Console (Fiamme Gialle) al traguardo in 18:22. Incerti e Console faranno entrambe parte della squadra azzurra di maratona ai prossimi Campionati Europei, in programma a Zurigo dal 12 al 17 agosto.
Al maschile la corsa, che ha in Gabriele De Nard un direttore tecnico d'eccezione, ha visto imporsi lo specialista di 5.000 e 10.000 Stefano La Rosa (Carabinieri), vincitore in 27:47 davanti al kenyano Paul Sugut Kipchumba (Libertas Orvieto). Terzo posto - dopo l'impegno sui 1500 venerdì a Ponzano Veneto - per il finalista olimpico delle siepi Yuri Floriani (Fiamme Gialle, 27:54).
atl.not.

martedì 8 luglio 2014

Libania Grenot a Padova stabilisce il primato stagionale nei 400 metri con 51"08

Domenica a Padova un'edizione XXVIII del  Meeting Città di Padova all'insegna dell'atletica al femminile. Infatti  Libania Grenot (Fiamme Gialle) si è presa la copertina del meeting  vincendo la gara dei 400 metri con il personale stagionale di   51.08  guadagnando anche la leadership europea. Una pimpante Grenot si è aggiudicata la competizione  con grande autorità, con oltre otto decimi di vantaggio sulla tedesca Esther Cremer (51.92).  Nella gara maschile 46.41 e sesto posto per Matteo Galvan (Fiamme Gialle) che non migliora il 46.28 corso a Braunschweig in Coppa Europa. Vince lo statunitense Michael Berry in 45.70.
In apertura di riunione primato mondiale paralimpico di Assunta Legnante. La campionessa paralimpica di Londra, in gara con la maglia dell'Enterprise Sport&Service, lancia 17,32 in una gara premiata anche dal primato stagionale di Chiara Rosa (Fiamme Azzurre). La patavina bronzo europeo al terzo lancio ottiene la misura di 18,49, tornando a misure che non frequentava da due anni e portandosi fra le prime otto europee del 2014.
Sui 400 ostacoli Yadisleidy Pedroso (Aeronautica) chiude  terza, con 55.70, molto vicino al primato stagionale di 55.42 siglato  a Nancy  dieci giorni fa. Nella stessa gara è quinta Francesca Doveri (Esercito) in 58.21.   Giordano Benedetti negli 800 è terzo con 1:46.22 dietro all'australiano Jeffrey Risely (1:45.81) e al kenyano Sammy Kibet Kirongo (1:46.22). Il crono finale è invece una beffa per il ventenne Emilio Perco (Ana Atletica Feltre): 1:47.82, a due centesimi dallo standar EAA per gli Europei di Zurigo.
Nei 100 metri al femminile paga dazio l'attesissima Carmelita Jeter che è seconda in 11.57 (-0.8) dietro all'ucraina Hrystina Stuy a 11.56. NElla gara paralimpica, 14.54 per Arjola Dedaj davanti a Martina Caironi (Fiamme Gialle, 15.49).Stessa misura, 13,39, per Ottavia Cestonaro (Forestale) e Daryia Derkach (Aeronautica) nel salto triplo vinto dalla russa Irina Gumenyuk con 14,35 (+1.7). Cestonaro, in partenza per la rassegna mondiale Junior dove si presenta da campionessa europea under20 in carica, ottiene la misura all'ultimo salto con un vento di +1.6 ed è sesta grazie a un altro salto da 13,28 (+0.5). Salta 2,19 Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle), scontrandosi con la misura successiva di 2,23 nella gara vinta dal russo Dmitryi Semenov a quota 2,26.
Primato personale per l'atleta di casa  Giulia Viola (Fiamme Gialle) che nei 3.000 ottiene 9:01.33, senza riuscire però ad agguantare il terzo posto che va a Purity Rionoripo in 9:01.16. Meglio fanno l'altra kenyana Stacy Ndiwa (8:57.65) e l'etiope Feyene Gideto (8:59.49). Patrick Nasti (Fiamme Gialle) finisce un po' in riserva nei 3.000 siepi vinti dal keniano Clement Kimutai in 8:26.73 davanti al connazionale Hillary Kemboi (8:26.92). Il finanziere, 8:28.12 di primato stagionale siglato a giugno a Huelva (Spagna) in occasione della Coppa Campioni per club, chiude nono in 8:34.22.
atl.not.

lunedì 7 luglio 2014

Master: Campionati italiani, a Modena è iniziata la tre giorni di gare


E' partita ieri da  Modena la tre giorni dei Campionati Italiani Master. La prima giornata ha regalato diverse migliori prestazioni nazionali. La parte iniziale, dedicata agli ostacoli e ai concorsi, mette in evidenza due altoatesini: Thomas Oberhofer (Südtirol Team Club) corre in 14.36 (+0.9) sui 100hs per togliere il limite della categoria SM50 al compagno di squadra Hubert Indra (15.08 nel 2009), che ritocca invece di due centesimi con 15.87 (+0.2) quello SM55 da lui realizzato nella recente rassegna tricolore  di prove multiple a Desenzano del Garda. Infatti vanta trascorsi ai massimi livelli nel decathlon, di cui è stato primatista italiano assoluto, con 13 maglie azzurre indossate. Poi due prestazioni in cima alle liste alltime femminili, ottenute da Teresina Tonazzo (Unvs Fontanarosa Catania) con 15,50 nel disco SF80 e da Maria Cristina Fragiacomo (Atletica Aviano), 30:30.82 sui 5000 SF75.
Un campione iridato all’aperto è Frederic Peroni (Pro Sesto Atletica), imbattibile nei 400hs SM50, ma anche Antonio Montaruli (Road Runners Milano), protagonista di una doppietta in meno di un paio d’ore con il successo nei 300hs SM65, che lo hanno visto imporsi ai Mondiali brasiliani di Porto Alegre, preceduto dall’affermazione sui 100hs. Nell’asta prosegue la striscia vincente di Galdino Rossi (Atl. Ambrosiana/SM75) al suo tredicesimo tricolore consecutivo e ventesimo in totale, mentre nella categoria SM65 festeggia Arrigo Ghi, portacolori del club organizzatore La Fratellanza 1874. Non mancano quindi le emozioni su pista e pedane azzurre dell’impianto di Modena: dopo una minaccia di pioggia, il cielo velato fa spazio al sole, con temperature non troppo elevate. Nel peso vanno a segno Marco Giacomini (Atl. San Giovanni Sassari/SM50), tuttora detentore della miglior prestazione italiana cadetti che risale al 1975, e Andrea Meneghin (Silca Ultralite Vittorio Veneto/SM55), attuale tecnico della nazionale paralimpica, entrambi rientrati quest’anno all’agonismo.

martedì 1 luglio 2014

Tricolori 50km strada, vincono la Pistoia-Abetone Ultramarathon Carmine Buccilli e Barbara Cimmarusti

Carmine Buccilli e Barbara Cimmarusti sono i campioni italiani 2014 della 50 chilometri su strada. Buccilli, dell’Atletica Casone Noceto, domenica  si è confermato padrone della Pistoia-Abetone Ultramarathon, classica delle lunghe distanze italiane giunta alla 39esima edizione che assegnava i titoli tricolori Assoluti e Master sulla distanza. Il laziale si è imposto per il secondo anno consecutivo, dopo la vittoria del 2013, con un crono finale di 3h28:05. Sul secondo gradino del podio sale invece Matteo Lucchese dell’ASD Valmontone Adventure che in 3h30:42 anticipa il campione italiano 100km su strada Alberico Di Cecco (Vini Farnese by Farnese) in 3h37:03. I tre si sono staccati dal resto del gruppo sin dai primi chilometri, con Buccilli sempre in testa, inseguito ma mai raggiunto dagli altri due, per poi allungare definitivamente all’inizio della salita finale da Lima ad Abetone.
Fra le donne non riesce a mettere il quinto sigillo sull’Abetone Monica Carlin (Valsugana Trentino), frenata da un problema muscolare e costretta al ritiro. E se la prima al traguardo è un’altra fra le favorite della vigilia, la croata Marjia Vrajic in 4h22:08, la maglia tricolore va alla plurititolata Barbara Cimmarusti (Atletica Futura Figline) al traguardo in 4h31:57. Al terzo gradino della classifica generale c’è la slovena Aleksandra Fortin della Sportiamo Trieste (4h33:45). Completano invece il podio dei campionati italiani Veronica Correale (RFC Roma Sud) in 4h40:15 e Katja Antonella Carbone in 4h:44.44 Organizzata dall’A.S.C.D. Silvano Fedi ha visto 773 atleti tagliare l’arrivo dei cinquanta chilometri, ma sono stati 1752 i partenti nella distanza più lunga o per quelle intermedie.