martedì 8 dicembre 2015

Pistorius libero su cauzione, a casa aspetterà la condanna

Niente prigione per Oscar Pistorius, almeno per il momento. In attesa della condanna definitiva l'ex campione paralimpico sudafricano, condannato in primo grado a cinque anni di carcere per l'omicidio colposo della fidanzata Reeva Steenkamp il 14 febbraio 2013, ha ottenuto la liberta su
cauzione nonostante la scorsa settimana la Corte d'Appello avesse accolto il ricorso dell'accusa, trasformando la condanna da omicidio colposo a omicidio volontario.
 Pistorius, 29 anni, sarebbe dovuto tornare in carcere giovedì, ma i giudici gli hanno concesso la libertà su cauzione di circa 640 euro (la corte ha riconosciuto le sue difficoltà finanziarie) anche se dovrà muoversi entro un raggio di 20 chilometri da casa e fra le 7 e le 12 del mattino, consegnare il passaporto e indossare un braccialetto elettronico per essere costantemente monitorato.

Dopo un anno dietro le sbarre l'ex campione paralimpico aveva ottenuto i domiciliari, da scontare presso l'abitazione dello zio Arnold. Ma la scorsa settimana la Corte d'Appello aveva peggiorato la posizione dell'atleta sudafricano. Pistorius, che si è sempre difeso sostenendo di aver sparato per legittima
difesa nella convinzione che nella sua abitazione si fosse introdotto un ladro, dovrà presentarsi davanti alla corte il 18 aprile prossimo, quando si deciderà se ci sono le condizioni per un ulteriore appello della difesa visto che i suoi avvocati hanno già annunciato un nuovo ricorso contro la sentenza di secondo grado presso la Corte Costituzionale. In caso contrario si stabilirà la data per la condanna: l'atleta sudafricano rischia fino a 15 anni di prigione

Nessun commento:

Posta un commento