giovedì 31 ottobre 2013

Conclusi i Campionati mondiali Master in Brasile: l' Italia porta a casa 31 medaglie

Si sono conclusi domenica 27 ottobre a Porto Alegre in Brasile  i XX Campionati del Mondo Master iniziati il 16 ottobre scorso. L'Italia si porta a casa  31 medaglie suddivise in  17 ori, 9 argenti e 5 bronzi .  Tra le individualità spicca su tutti  Paola Tiselli che ha  conquistato tre ori nei 1500 W40 (con il crono di 5:06.99) nei 5000 e 2000 siepi (oltre al bronzo negli 800 della stessa categoria, all’argento nella 4x400 W35 e al bronzo nella 4x100 W35). Tripletta anche per Walter Arena nella marcia tre volte al primo posto rispettivamente nei 5.000 metri, nella 10km e nei 20km. A  conquistare la medaglia più preziosa sono stati anche Donatella Faedda, vincitrice dei 400 metri W35 con il tempo di 58.63, Gianluca Grassi nella mezza maratona M50 al traguardo in 1h16:02 e Alfredo Norvello in maratona M45 con il crono di 2h39:27. Argento con record italiano nella categoria W40 per Emanuela Baggiolini, seconda nei 400 metri in 57.54 e per la staffetta 4X400 W35 composta sempre da Emanuela Baggiolini, Paola Tiselli, Donatella Faedda e Giusy LaCava (4:07.80). Lo stesso quartetto è stato capace di conquistare anche il bronzo, sempre fra le W35, nella 4x100 (53.41). Vincenzo Felicetti è secondo sempre sul giro di pista, ma nella categoria M60 (58.61) mentre Gianfranco Belluomo vince il bronzo nei 3000 siepi M50.
Per finire va mensionata  la prova di Giorgio Bortolozzi che oltre a guadagnare un terzo posto nel salto in alto M75 con la misura di 1,33 è stato il primo atleta a ricoprire il ruolo di “capitano” della squadra italiana nella storia delle rassegne internazionali master, dimostrandosi un grande trascinatore dentro e fuori dal campo.  
            
DI SEGUITO L'ELENCO COMPLETO DEGLI AZZURRI MEDAGLIATI:

ORO

400 W35: Donatella Faedda
800 W40: Emanuela Baggiolini
1.500 W40: Paola Tiselli
5.000 W40: Paola Tiselli
10.000 W35: Maria Manchia
400hs M50: Frederic Peroni
300hs M65: Antonio Montaruli
400hs W40: Emanuela Baggiolini
2.000 siepi W40: Paola Tiselli
Lungo M75: Giorgio Bortolozzi
Triplo M75: Giorgio Bortolozzi
5.000 marcia M45: Walter Arena
10km marcia M45: Walter Arena
20km marciaM45: Walter Arena
Mezza maratona M50: Gianluca Grassi
Maratona M45: Alfredo Novello
Cross 8km W35: Maria Manchia

ARGENTO
400 W40: Emanuela Baggiolini
400 M60: Vincenzo Felicetti
5.000 W35: Maria Manchia
400hs W45: Giusy Lacava
Asta W50: Carla Forcellini
marcia M45: Salvatore Cacia
10km marcia M45: Salvatore Cacia
4x400W35: Emanuela Baggiolini, Paola Tiselli, Donatella Faedda e Giusy LaCava
20 km marcia a squadre M45: Walter Arena, Sergio Fasano e Franco Venturi Degli Esposti

BRONZO
800 W40: Paola Tiselli
800 W45: Gigliola Giorgi
3000 siepi M50: Gianfranco Belluomo
Alto M75: Giorgio Bortolozzi
4x100 W35: Emanuela Baggiolini, Paola Tiselli, Donatella Faedda e Giusy LaCava

LA REDAZIONE

mercoledì 30 ottobre 2013

La Lombardia vince il Trofeo per Regioni di marcia cadetti

 Si è disputato Domenica 27 Ottobre  a Casalmaggiore in provincia di Cremona il  XXVII Memorial per Ragazzi e Cadetti “Bruno Tartari”organizzato dall’ASD Interflumina E' più Pomì. La vittoria finale dei Trofei di Marcia  per Regioni è andato alla Lombardia che nella classifica generale ha incamerato 88 punti, davanti al Lazio con 120 mentre al terzo posto sono finiti i ragazzi della Toscana con 147 punti.

 La manifestazione valida come XXVII Memorial “Bruno Tartari” ha visto la vittoria, sui 4km dei Cadetti, del  campione Italiano in carica il lombardo  Pietro Zabbeni al traguardo in 20:15. Completano il podio la medaglia di bronzo di Jesolo Simone Mansutti (20:18) e il toscano Giacomo Vitangeli (21:41).

Tra le Cadette, impegnate sui 3km, la gara se l'è aggiudicata  Anthea Mirabello (17:38) davanti alla gemella e campionessa italiana di categoria Angelica Mirabello (17:40). Al terzo posto, stesso piazzamento realizzato ai Tricolori di Jesolo, la lombarda Francesca Gritti (17:46). Sui 2km ragazzi infine ha vinto  Riccardo Orsoni dell’Emilia Romagna in 11:51 davanti a Emanuele Cozza (12:06) e Leonardo Ciregia (12:19). Tra le ragazze è prima Alice Oblach del Friuli Venezia Giulia in 12:16 con Valentina Colacicco seconda in 12:18 e Valentina Mansutti terza in 12:38.

LA REDAZIONE

martedì 29 ottobre 2013

Lalli all'esordio chiude terzo la Venicemarathon di Domenica 27 ottobre

Andrea Lalli
C'era grande curiosità nel vedere l'esordio di Andrea Lalli nella  XXVIII edizione della  Venicemarathon. L'azzurro non ha deluso chiudendo la competizione con un incoraggiante terzo posto dietro al kenyano Nixon Machichim che ha vinto  in 2h13:10. Purtroppo le condizioni atmosferiche caratterizzate da una temperatura di circa 15° e dall'alta umiditidà,  non hanno favorito l'esordio del finanziere azzurro.

Il molisano come da pronostico ha imposto la prima parte della gara mantenendo il ritmo da 3:05-3:06 fino ai 30km, con un passaggio alla mezza maratona in 1h05:23. Fino al 30° km l’azione è ancora buona e l’azzurro corre nel gruppetto di testa  guidato dalle lepri e dai keniani Nixon Machichim e Kiplagat Raymond Kandie.  A 2 chilometri dall’arrivo Machichim ha una decina di secondi di vantaggio su Kandie, che però riesce a recuperare secondi su secondi e sembra quasi riuscire a strappare la vittoria al connazionale. Alla fine la spunta Machichim in 2h13:10, con l’altro kenyano a un solo secondo  dopo aver provato il sorpasso, inutilmente, nei saliscendi finali. Lalli, che mostra ancora una discreta azione di corsa, è 11 secondi dietro a  Masai: rimonta e supera poco prima di essere accolto dalla folla di Piazza San Marco, chiudendo la sua prima esperienza in maratona in 2h14:26 con la seconda parte corsa in 1h09:03.

Al femminile si impone la kenyana Mercy Jerotich Kibarus in 2h31:14 davanti alla coppia etiope Halima Hussen Kayo (2:38:49) e Sosena Tekle Gezaw (2h42:29). Kibarus attende fino a metà gara prima di allungare, con un crono alla mezza maratona di 1h14:38. Subito dopo comincia ad accumulare secondi su secondi di vantaggio: sono già 3 minuti alla fine del Ponte della Libertà e più di sette sul traguardo in Riva dei Sette Martiri.

LA REDAZIONE

lunedì 28 ottobre 2013

Risultati corsa in montagna: vince Elisa Desco

Nella foto Elisa Desco
Ieri  si è disputato il 56° Trofeo Internazionale Ezio Vanonisi classica internazionale della corsa in montagna organizzata dal GS CSI Morbegno a Morbegno e nella gara femminile la vittoria è andata nelle mani di  Elisa Desco,  campionessa italiana Assoluta che impone da subito il proprio ritmo in 22:09 davanti alla campionessa del mondo e padrona di casa Alice Gaggi (Runner Team 99), che chiude a 21 secondi (22:30) dalla vittoria. Terza posizione per l’irlandese Sarah Mulligan (23:04), mentre il quarto posto è di un’altra lombarda, Sara Bottarelli (Atletica Valtrompia) con 23:17.

Nella prova a staffetta maschile invece seconda si è piazzata  l’Atletica Valli Bergamasche Leffe . A vincere la staffetta maschile sono gli sloveni Mitija Kosovelj, Gasper Bregar e Peter Oblak: il terzetto si impone in 1h34:00, negando per soli 8 secondi la rimonta vincente ai bergamaschi freschi di scudetto e forti di Luca Cagnati, Christian Terzi e Massimiliano Zanaboni (quest’ultimo al traguardo in 1h34:08, guadagnando 11 secondi nell’ultima frazione a Oblak). Terza posizione per il GS Orobie “A” di  Vincenzo Milesi, William Boffelli e Alex Baldaccini in 1h37:45. Seguono lo Snowdom Team britannico quarto, la Polonia quinta, la Francia “A”sesta, il Salomon Team ceco settimo, La Sportiva Hudy (sempre Repubblica Ceca) ottava e il Galles “A” nono; decimo il terzetto “A” del GS CSI Morbegno (1h40:47).

Il miglior tempo individuale è il 29:51 dell’ultima frazione di Alex Baldaccini: l’atleta di San Giovanni Bianco (BG) ferma i cronometri per la sua terza frazione in 29:51, quattro secondi meglio di Luca Cagnati, primo frazionista dell’Atletica Valli Bergamasche Leffe (29:55). Baldaccini e Cagnati sono gli unici a scendere sotto la mezz’ora: avvicinare il primato dello stesso Baldaccini del 2012 (28:21) era impresa improba viste le condizioni atmosferiche (pioggia e un pizzico di foschia a fare da cornice ad alcuni tratti del percorso). Quarto crono assoluto per Massimiliano Zanaboni (Atl. Valli Bergamasche Leffe) con 31:19.

LA REDAZIONE

sabato 26 ottobre 2013

Domani la finale dei Tricolori Cadetti e Ragazzi di marcia a Casalmaggiore

LE MARCIATRICI IN AZIONE
  Si disputerà  domani 27 ottobre a Casalmaggiore (Cremona), la Finale del Trofeo di Marcia per le categorie Ragazzi e Cadetti. Sarà l' ASD Interflumina E' più Pomì ad organizzare l’incontro per rappresentative regionali che coincide con  il XXVII Memorial “Bruno Tartari”. Il programma delle gare prevede  per i Cadetti un percorso sulla distanza di  4km, per le Cadette di 3  ed infine per i Ragazzi e le Ragazze la distanza prevista è di 2 Km.

Gli iscritti alla manifestazione saranno circa 170 in rappresentanza di 13 regioni partecipanti. Fra le Cadette annunciate alla partenza anche la campionessa Italiana di categoria Angelica Mirabello, alla partenza insieme alla gemella Anthea e alla medaglia di bronzo degli stessi Tricolori di Jesolo Francesca Gritti (Lombardia).

Al maschile è atteso  invece il  campione Italiano in carica Pietro Zabbeni insieme al terzo classificato di Jesolo il laziale Simone Mansutti. Le categoria più numerose sono però quella delle Ragazze co circa 47 iscritte seguita da molto vicino da quella dei Ragazzi  con 45 atleti annunciati.
Vedremo alla fine chi tra questi giovani marciatori e marciatrici,  arrivati alla fine di una stagione lunga ed impegnativa, sarà in grado di prevalere in una specialità che a tutti i livelli  è sempre piena di sacrifici. Ma allo stesso tempo è capace di dare grandissime soddisfazioni a chi la pratica qualunque sia il risultato finale.

LA REDAZIONE

venerdì 25 ottobre 2013

Societari corsa in Montagna, le classifiche finali 2013

Una fase della corsa in montagna
Conclusi i campionati di Società di Corsa in Montagna, sono state ufficializzate in questi giorni le classifiche finali  al termine delle  tre prove inclusa la staffetta. A vincere il titolo 2013 sono stati gli atleti della Valli Bergamasche Leffe a quota 1028 punti, davanti al G.S. Orecchiella Garfagnana con 974 punti a all’ A.S.D. Podistica Valle Varaita con 896 nella categoria maschili Senior, Promesse e Master. Tra gli junior sempre al maschile vince i Societari l’Atletica Valle Brembana (264), seguita dall’Atletica Trento CMB (263) e dall’ A.S.D Caddese (190).

Al femminile invece nelle categorie Senior-Promesse e Master la vittoria finale è andata alle ragazze della Dolomiti Belluno con 292 punti davanti all’Atletica Alta Valtellina (270) e all’A.S.D. Podistica Valle Varaita (213).Prime tra le Juniores sempre al femminili, le ragazze del G.S. Quantin a quota 164 punti davanti all’Atletica Dolomiti Belluno (124) e all’Atletica Vallecamonica (87).
La classifica combinata infine ha proclamato campioni 2013 gli atleti e le atlete dell’A.S.D. Podistica Valle Varaita (1064) con al secondo posto il G.S. Orobie (879) e l’Atletica Trento CMB (726) al terzo.

LA REDAZIONE

giovedì 24 ottobre 2013

Venicemarathon, domenica 27 ottobre attesa per Lalli al debutto sulla distanza dei 42,195km

Andrea Lalli
Domenica 27 ottobre è in programma a Venezia la XXVIII edizione della Venicemarathon con  Diretta su Raisport 2 dalle 9,20 alle 12,20. L'attesa degli addetti ai lavori è per vedere il debutto dell'azzurro Andrea Lalli. Dopo i tre titoli europei di cross Junior nel 2006, Under 23 nel 2009 e Senior nel 2012, l'atleta molisano è finalmente pronto al grande esordio in maratona  per sfidare Kenya ed Etiopia. Torna, infatti, in laguna il keniano Titus Kwemoi Masai, secondo lo scorso anno e capace di correre la mezza maratona in 59:51. Interessante sarà seguire anche il debutto del suo giovane connazionale Daniel Kinyua Wanjiru, classe 1992, sesto alla Mezza Maratona di Udine proprio davanti a Lalli e che vanta sulla distanza un personale di 1h01:’10”, realizzato quest’'anno a Ras Al Khaimah (UAE). Dall'’Etiopia arriva, invece, Abdi Kidane Gemechu, terzo a Venezia nel 2008.

Tra gli eventi collaterali organizzati sotto l'egida Venicemarathon ci sarà quello della Family Run di San Donà di Piave, la non competitiva di 3 km, aperta a studenti e famiglie che si va ad aggiungere a quella del Parco San Giuliano di Mestre e a quella di Dolo. Le tre manifestazioni, che si correranno contemporaneamente sabato 26 ottobre, puntano a raggiungere il numero record di 15.000 partecipanti. .

Saranno più di 7000 gli atleti attesi al via dei quali circa 2000 provenienti dall'estero. La  partenza della gara avverrà da Villa Pisani, a Stra e il  percorso della maratona costeggerà il fiume Brenta e le sue ville, abbracciando i comuni della Riviera del Brenta (Fiesso d'Artico, Dolo, Mira e Oriago) e a Mestre, attraverserà il cuore della città, Piazza Ferretto, per poi dirigersi nei viali verdi del Parco San Giuliano. Terminato il Ponte della Libertà, che quest’anno vedrà gli atleti usare le due corsie più vicine alla ferrovia, inizierà la laguna di Venezia, con i 13 ponti coperti da pedane di legno, il suggestivo attraversamento del Canal Grande sul ponte galleggiante, il ‘Giro d’Onore’ in Piazza San Marco e l’arrivo a Riva Sette Martiri.

LA REDAZIONE

mercoledì 23 ottobre 2013

A Cremona domenica successi di Palamini, Quazzola e Fascetti nell'icontro internazionale di corsa su strada

Sveva Fascetti
Domenica 20 ottobre si è disputato a Cremona l'incotro  internazionale di corsa su strada e per  la squadra azzurra sono arrivate le vittorie con Michele Palamini che con 1h03.44 sigla il nuovo Primato nella mezzamaratona under 23 bissando il successo dello scorso anno a Sélestat fermando il cronometro al nuovo primato personale di 1h03.44 migliorando di quasi un minuto il precedente Primato Personale  e con  Italo Quazzola (31:22) e Sveva Fascetti (37:21) nei 10km per gli junior.  L’Italia  ha  conquistato anche la classifica a squadre  con 212 davanti ai francesi (200 punti) e agli svizzeri (153).  Sono saliti sul podio inoltre gli junior Andrea Elia e Linda Benigni e l’under 23 Francesca Cocchi.
Nell'occasione sono stati assegnati i titoli  di Campioni  Italiani di Maratonina che  sono andati al 36enne Gianmarco Buttazzo (Atletica Casone Noceto) in 1h03:25 (nuovo PB) davanti al campione italiano dei 10km Mohamed Laqouahi (Reggio Event’s, 1h03:29) in campo maschile.
Al femminile invece, la gara ha visto  il successo della sarda del CUS Cagliari Claudia Pinna in 1h13:14. Al secondo posto è arrivata Ivana Iozzia della Corradini Excelsior in 1:13:52 mentre la forestale Deborah Toniolo si aggiudicava  il bronzo in 1h13:57. Al traguardo l’unica ad anticipare Pinna è la kenyana del Running Club Futura Hellen Jepkurgat, vincitrice della maratonina in 1h12:41. Nell’ordine d’arrivo spicca anche il nome della campionessa mondiale di corsa in montagna Alice Gaggi (Runner Team 99 SBV): alla prima vera esperienza sui 21,095 metri la valgerolina è settima in 1h16:01.
La vittoria della maratonina  di Cremona è andata al marocchino Taoufique El Barhoumi (Atl Casone Noceto) in 01:02:35 davanti a Julius Kipngetic Rono (Atl. Recanati, 1:02:47) e a Paul Tiongik (Farnese Vini, 1h03:00).Il tricolore under 23 va invece a Sara Galimberti, capace di fermare il cronometro a 1h16:50.

LA REDAZIONE

martedì 22 ottobre 2013

Mondiali Master Brasile: l'Italia dopo 6 giorni già a quota 12 medaglie

Emanuela Baggiolini 
A 6 giorni dall'inizio dei XX Campionati del Mondo Master in corso di svolgimento a Porto Alegre (Brasile), l'Italia ha già conquistato 12 medaglie: 6 ori, 4 argenti e 2 bronzi.Su tutti va evidenziata la  doppietta di Emanuela Baggiolini che dopo i successi iridati tra le W35 si conferma senza rivali anche tra le W40 vincendo 400hs e 800 metri.

Il primo oro italiano della rassegna però è stato conquistato da  Maria Manchia, campionessa nel cross W35 come nella passata edizione e poi argento nei 5000 metri. Vittorie anche per Paola Tiselli nei 5000 W40 (poi al bronzo negli 800),


Walter Arena nei 5000 metri di marcia M45 e del "capitano" Giorgio Bortolozzi nel lungo M75. Sul secondo gradino del podio, invece, sono saliti l'astista Carla Forcellini (W55), Giusy La Cava nei 400hs (W45) e il marciatore Salvatore Cacia nei 5000 metri (M45). Bronzo, infine, per Gigliola Giorgi negli 800 metri delle W45. La manifestazione iridata, si concluderà domenica 27 ottobre, con l'ottimo inizio degli azzurri, siamo sicuri che arriveranno ancora numerose soddisfazioni per i ragazzi azzurri ancora in gara.


LA REDAZIONE

lunedì 21 ottobre 2013

Marcia Allievi a Grottammare, ori a Stella e Angelini nella 10km su strada di ieri

Noemi Stella 
Si sono conclusi ieri  i Campionati italiani allievi di marcia della 10 chilometri su strada a Grottammare in provincia di Ascoli Piceno. Davanti ad un folto pubblico  la vittoria in campo maschile è andata  a Gregorio Angelini (Alteratletica Locorotondo), già vincitore nella scorsa stagione, questa volta primo sul traguardo in 45:36 davanti a Giuseppe Inglese (Amatori Atl. Acquaviva), argento con il crono di 46:47 e Matteo Bersani (Cus Torino), 47:51.
 Al femminile invece sul gradino più alto del podio è salita  Noemi Stella (Atl. Don Milani), medaglia di bronzo ai Mondiali under 18, che ha chiuso  la gara  nel tempo di 49:28, sul secondo gradino del podio Eleonora Dominici (Atl. Valmontone), l’altra azzurra della manifestazione iridata, che con 52:42 riesce a precedere Caterina Bertazzo (Fiamme Oro Padova), terza in 52:51.
A margine dei campionati allievi si sono disputate inoltre le sfide assolute sulla 20 chilometri, valide come tappa finale dei Societari e per l’assegnazione dei titoli italiani individuali master. Questo l'elenco dei vincitori:

CAMPIONI ITALIANI MASTER 2013

20km UOMINI - MM40: Luigi Paulini (As Kronos Roma Quattro) 1h52:38; MM45: Roberto Defendenti (Us Scanzorosciate) 1h34:03; MM50: Marco Duccoli (Us Scanzorosciate) 1h50:33; MM55: Pierino Tamburini (Atl. Imola Sacmi Avis) 2h01:32; MM60: Alberto Pio (Atl. Vercelli 78) 1h59:52; MM65: Ettorino Formentin (Us Quercia Trentingrana Rovereto) 1h57:23; MM70: Franco Messina (As Kronos Roma Quattro) 2h18:51; MM75: Vincenzo Menafro (Atl. Malnate) 2h34:12; MM80: Alfredo Tonnini (Podisti Maratona di Roma) 2h49:53.

20km DONNE - MF45: Roberta Mombelli (Atl. Lonato-Lem Italia) 2h02:21; MF50: Mariagrazia Cogoli (Atl. Brescia 1950) 1h59:01; MF55: Assunta Gnoni (Gr. Pod. A 13 Alba Taurisano) 2h15:42.

LA REDAZIONE

domenica 20 ottobre 2013

Venerdi 18 Ottobre L’atletica italiana ha festeggiato il campione olimpico Abdon Pamich

L'Italia dell'atletica ha festeggiato il campione olimpico della 50km di marcia a Tokyo 1964 Abdon Pamich che lo scorso 3 ottobre ha raggiunto il traguardo degli 80 anni. Il pluricampione è stato celebrato con una speciale cerimonia presso la sede della Federazione Italiana di Atletica Leggera a Roma.

 L’appuntamento di venerdì 18 ottobre alle 11:30 ha visto il  presidente FIDAL Alfio Giomi accogliere Pamich che in carriera ha conquistato anche due ori europei nel 1962 e nel 1966  nel prestigioso salone intitolato al discobolo Adolfo Consolini insieme  a tanti protagonisti di sempre della marcia azzurra come  Sandro Bellucci (bronzo olimpico della 50km a Los Angeles 1984), Giuliana Salce, Sandro Damilano, Vittorio Visini, Isabella Dordoni (figlia di Giuseppe, l'indimenticabile cinquantista olimpionico ad Helsinki 1952), Carlo Mattioli, Domenico Carpentieri, Paolo Gregucci e Nicola De Vito. Senza dimenticare i generali Giampiero Casciotti e Roberto Roberti, insieme all'ex DT azzurro Enzo Rossi. Presenti anche il ventista azzurro Giorgio Rubino accompagnato dalla marciatrice cinese Hong Liu che è stata medaglia di bronzo ai recenti Mondiali di Mosca.
Abdon Pamich negli anni delle vittorie

sabato 19 ottobre 2013

Marcia: a Grottammare (AP) domani campionati italiani Allievi della 10km su strada

Noemi Stella
Grottammare domani,  sul lungomare della Repubblica,  ospiterà per l'ottavo anno consecutivo i Campionati italiani allievi della 10 chilometri di marcia su strada. Nella gara organizzata  dal Centro Marcia Solestà di Ascoli Piceno è  in programma anche una competizione assoluta sui 20 chilometri, valida come terza e ultima prova dei Societari, che per l’occasione metterà in palio i titoli nazionali master e assegnerà il tradizionale trofeo intitolato a Serafino Orlini, giunto alla 42ª edizione.

Favorita d’obbligo tra le allieve è la pugliese Noemi Stella (Atl. Don Milani), medaglia di bronzo quest’anno ai Mondiali under 18 di Donetsk, in Ucraina, nei 5000 metri su pista: una distanza che l’ha vista trionfare due settimane fa nella rassegna tricolore di Jesolo, davanti a Caterina Bertazzo (Fiamme Oro Padova) e Erica Fusella (Atl. Gran Sasso Teramo), entrambe annunciate di nuovo al via
In campo maschile, nella località marchigiana in riva all’Adriatico, difende il suo titolo italiano Gregorio Angelini (Alteratletica Locorotondo) che ha vinto nel 2012 a Grottammare e in questa stagione si è aggiudicato il successo dei 10.000 metri su pista dopo il settimo posto ai Mondiali: si rinnova quindi il duello con Giuseppe Inglese (Amatori Atl. Acquaviva), battuto nel finale a Jesolo mentre a Donetsk si è piazzato tredicesimo, e non mancherà Stefano Chiesa (Cus Torino), che ha completato il recente podio tricolore.

Anche per gli assoluti  della 20 km gli occhi sono puntati su Vito Minei (Atl.Don Milani), già protagonista a livello internazionale con l’argento conquistato agli Europei under 20 di Rieti sui 10.000 metri nel mese di luglio. La sfida sarà combattuta, per la presenza della promessa Leonardo Dei Tos (Us Aterno Pescara), ma anche degli altri juniores Francesco Fortunato (sesto nell’evento continentale), Marco Amati e Alessandro Cusmai, tutti e tre dell’Enterprise Sport & Service. La 20 km femminile presenta invece due azzurre che hanno partecipato agli Europei under 23: le lombarde Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Creberg), settima sulle strade di Tampere, e Elena Poli (Atl. Brescia 1950), senza dimenticare la junior Anna Clemente (Fiamme Gialle), sesta alla rassegna europea di Rieti.

Nelle categorie master lotteranno per il titolo alcuni dei marciatori più affermati, come Ettorino Formentin (Us Quercia Trentingrana Rovereto/MM65), due volte campione europeo all’aperto, e Andrea Naso (Atl. Lonato-Lem Italia/MM50) che ha vinto l’oro sui 10 chilometri nei Mondiali di Jyväskylä, oltre che in ambito continentale. Partenza della 20 km assoluta e master alle ore 11.45, preceduta alle 10.30 dalla gara under 18.

LA REDAZIONE

venerdì 18 ottobre 2013

Per Mennea a Roma mostra filatelica da domani a domenica 20 ottobre

Pietro Mennea
Domani a partire dalle ore 11, l'UICOS attiverà l'annullo postale e una cartolina celebrativa dedicati a Pietro Mennea nell'ambito del convegno filatelico-numismatico ROMAFIL 2013 organizzato dalle Poste Italiane al Palazzo dei Congressi di Roma-EUR dal 18 al 20 ottobre 2013, l'Unione Italiana Collezionisti Olimpici e Sportivi (UICOS) organizza un'esposizione filatelica per onorare Pietro Mennea.
Saranno esposte alcune collezioni filateliche che rievocano le principali manifestazioni sportive che hanno visto Mennea protagonista. L'oro olimpico di Mosca 1980 sarà ricordato dalla collezione “Olimpiadi” di Giuseppe Barion. Gianni Galeotti rievocherà i Giochi Mondiali Universitari diventati nel 1959 Universiadi, nel cui ambito a Città del Messico (1979) lo sprinter barlettano stabilì il primato mondiale nei 200 metri (19.72). Toccherà poi a Pasquale Polo illustrare la storia dei Giochi del Mediterraneo: 4 le edizioni, con 8 ori complessivi, che hanno visto la partecipazione dell'azzurro più veloce di sempre.
Due collezioni sono infine dedicate all'atletica leggera, a cura di Umberto Caterino e di Piero Santangelo, quest'ultima vincitrice dell'oro a Pechino 2008. E', inoltre, presente una selezione di disegni umoristici dell’artista Lucio Trojano dedicati all’atletica leggera dal titolo “Atletica ridens”.

LA REDAZIONE

giovedì 17 ottobre 2013

Mondiali Master 2013: ieri sono iniziati i XX Campionati del Mondo a Porto Alegre in Brasile

Logo Mondiali Master
Ieri a Porto Alegre in Brasile sono iniziati i  XX Campionati del Mondo . Questa manifestazione iridata arriva a poca distanza dagli World Master Games di Torino, chiusi per l'Italia a quota 226 medaglie. La manifestazione partita ieri terminerà  domenica  27 ottobre, all' appuntamento sudamericano parteciperanno circa 4.159 atleti in rappresentanza di 82 Paesi di tutto il mondo.
Per l'Italia - che nella passata edizione di Sacramento del 2011  aveva conquistato 41 medaglie  di cui 15 ori, 15 argenti e 11 bronzi - sono iscritti  59 atleti e atlete. Tra di loro spiccano i nomi di alcuni degli iridati del 2011 come Emanuela Baggiolini che nella categoria W35 aveva dominato 400, 800 e 400hs e che quest'anno sarà al via tra le W40.

Immagine città di Porto Alegre




In California aveva fatto un tris d'ori W35 anche Maria Manchia    ( 5000-10000-cross) che in Brasile andrà a caccia di conferme come l'astista Carla Forcellini tra le W50. Iscritti anche i marciatori Franco Venturi Degli Esposti e Sergio Fasano che due anni fa avevao ottenuto l'oro a squadre M50 nella 20km.











LA REDAZIONE

mercoledì 16 ottobre 2013

Valeria Straneo vince la IX edizione dalla Deejay Ten a Milano

La vice campionessa del mondo di maratona Valeria Straneo Domenica 13 ottobre ha vinto la IX edizione dalla Deejay Ten a Milano, corsa sui 10km ideata da Linus di Radio Deejay. L’atleta del 99 Running Team 99 SBV ha vinto in 33:02, arrivando decima assoluta in una gara di avvicinamento alla prossima maratona di New York, in calendario domenica 3 novembre. 
La Straneo ha prevalso su  le altre azzurre, dietro di lei  Nadia Ejaffini (Esercito), al traguardo in 33:59 e Anna Incerti (Fiamme Azzurre) arrivata in 34:07. Al quarto e quinto posto invece Margherita Magnani (Fiamme Gialle, 34:34) e Giovanna Epis (Forestale, 34:56). 
Il podio maschile della DeeJay Ten è formato invece da Michele Fontana (Aeronautica, 30:41), Francesco Bona (Aeronautica, 30:49) e Antonio Garavello (Assindustria Sport Padova, 31:01). La gara in centro a Milano ha visto la partecipazione di oltre 18.000 runner.

LA REDAZIONE

martedì 15 ottobre 2013

Nuovo Palaindoor di Padova, prime gare a inizio 2014

Sono iniziati i lavori di posa della pista indoor all’interno del nuovo palazzetto dello sport di Padova adiacente allo stadio Euganeo.  Il primo round dei lavori, con l’assemblaggio della struttura portante dell’anello e la predisposizione delle pedane per salti e lanci, dovrebbe terminare entro due settimane.

Successivamente seguirà la fase di vera e propria posa e messa in opera della pista, che prevede un rettilineo a otto corsie e un anello da 200 metri a sei corsie. Il termine dei lavori è previsto per la fine del 2013: il comitato regionale FIDAL Veneto ha annunciato le prime gare già nella prima decade di gennaio 2014.
( da comunicato stampa)

La Kinder+Sport Cup di Jesolo è andata alla Lombardia

La Lombardia porta a casa la  “Kinder+Sport Cup” 2013  che si è svolta nel week end appena trascorso a Jesolo (VE). I ragazzi bianco verdi hanno vinto  in entrambi i settori, mentre nella combinata la classifica ha visto al secondo posto  il Veneto  prevalere sul  Piemonte terzo.
L'ultima giornata ha regalato numerosi risultati di spessore tecnico elevato per la categoria: dominano nel mezzofondo i giovani lombardi (1000m a Leonardo Cuzzolin, 2:35.38, e alla pluriprimatista italiana Marta Zenoni, 2:52.69), mentre nei 300hs conquistano il titolo il pugliese Antonio Cellamare (39.00) e la veneta Gioi Spinello (44.60). Sui 300m piani, trionfo per l’abruzzese Samuele Puca (36.18) e per la lombarda Sofia Bonicalza (40.86).

 Sulle pedane, la torinese Gaia Guadagnini sale nell’asta fino a 3.50 e poi tenta invano il nuovo record italiano a 3.66, mentre nel peso la milanese di mamma nigeriana e papà foggiano Sydney Giampietro sigla il nuovo personale a 14.93. Doppietta toscana nel disco (titolo al lucchese Edoardo Bertolli, 45.07) e ancora un pesista di scuola reatina, Andrea Proietti, si migliora a 17.64: nelle prove multiple. Oro alla veneta Alice Lunardon (4262) e al romagnolo Michele Brini (3920).  
Di seguito l'elenco dei campioni italiani 2013:  
                                                                         
CADETTI
80m: (0.0) Filippo Tortu (lom) 9.09
300m: Samuele Puca (abr) 36.18
1000m: Leonardo Cuzzolin (lom) 2:35.38
2000m: Samuele Nava (lom) 5:43.47
100hs: (+1.1) Marco Bigoni (lom) 13.17
300hs: Antonio Cellamare (pug) 39.00
Alto: Stefano Sottile (pie) 1.98
Asta: Max Mandusic (fvg) 4.40
Lungo: Emanuele Pomponi (laz) 6.51 (-0.6)
Triplo: Mauro D’Ambra (cam) 13.63 (+0.6)
Peso: Andrea Proietti (laz) 17.64
Disco: Edoardo Bertolli (tos) 45.07
Martello: Marco Leone (lom) 57.85
Giavellotto: Giacomo Biserna (laz) 57.79
Marcia 4000m: Pietro Zabbeni (lom) 18:09.16
Pentathlon: Michele Brini (emr) 3920
4x100m: Friuli Venezia Giulia 43.28

CADETTE

80m: (+0.5) Zaynab Dosso (emr) 9.87
300m: Sofia Bonicalza (lom) 40.86
1000m: Marta Zenoni (lom) 2:52.69
2000m: Francesca Tommasi (ven) 6:14.77
80hs: (+1.6) Alessandra Realdon (aad) 11.56
300hs: Gioi Spinello (ven) 44.60
Alto: Erica Marchetti (tos) 1.65
Asta: Gaia Guadagnini (pie) 3.50
Lungo: Adriana Pizzuti (fvg) 5.59 (+1.2)
Triplo: Sara Biricotti (tos) 11.71 (+1.0)
Peso: Sydney Giampietro (lom) 14.93
Disco: Elena Varriale (tos) 39.44
Martello: Alessia Beneduce (abr) 52.63
Giavellotto: Francesca Bolpagni (lom) 47.38
Marcia 3000m: Angelica Mirabello (Laz) 14:56.35
Pentathlon: Alice Lunardon (ven) 4262
4x100m: Lombardia 48.31


LA REDAZIONE

lunedì 14 ottobre 2013

A Modena i titoli under 23 vanno alla Studentesca Cariri al maschile e l' ACSI Italia Atletica per le donne

 A Modena Domenica 13 Ottobre sono stati assegnati gli scudetti Under 23 e come è accaduto 15 giorni fa per i societari assoluti, il titolo se lo portano a casa gli uomini della Studentesca CaRiRi e le ragazze dell'l'ACSI Italia Atletica. CaRiRi in vetta alla classifica maschile con 179 punti, davanti all'Atletica Cento Torri Pavia, Enterprise Sport&Service,  CUS Palermo,  Atl. Piemonte,  Assindustria Sport Padova,  Atl. Bergamo 59 Creberg, La Fratellanza, Atl. Vicentina, Fiamme Gialle G. Simoni, ACSI Campidoglio Palatino e  Atl. Lecco Colombo Costruzioni 98.
Tra le donne, ACSI prima con 162 punti, seguita dall'Atletica Brescia (142),  CUS Pisa Atletica Cascina, Studentesca CaRiRi,  Atl. Brugnera Friulintagli, Atl. Vicentina, Mollificio Modenese Cittadella, Atl. Bergamo 59 Creberg, CUS Torino, Fanfulla Lodigiana,  Atl. Firenze Marathon 99, dodicesima la Bracco Atletica, al comando dopo la prima giornata, ma penalizzata dalla mancanza di un punteggio juniores sui nove previsti dal regolamento. Per il Lazio, sei vittorie su sei nei CdS del 2013.
 Tra le individualità, il bronzo europeo Under 20 Sonia Malavisi (ACSI Italia Atletica) non dà scampo alle avversarie nell'asta (4.10). Confronto tra Dariya Derkach (ACSI Italia Atletica) e Alessia Trost (Brugnera Friulintagli) nel lungo, con la Derkach al successo (6.01, +0.4). In evidenza nei lanci Simone Falloni (Studentesca CaRiRi/Aeronautica) nel martello  con m. 67.88 e Daniele Secci (Fiamme Gialle Simoni) nel peso con m. 18.51. A segno anche nella seconda giornata, dopo i primi posti di ieri, Mohad Abdikadar (Studentesca CaRiRi/Aeronautica) negli 800 (1'51"63) e Massimiliano Ferraro (Enterprise Sport&Service) nei 200 (21"78, +1.3). ). Martina Amidei (CUS Torino/Aeronautica) la spunta nei 200 (24"43, +0.7).

LA REDAZIONE

Maratona d'Italia, vince il marocchino Jilali Jamali

Il marocchino Jilali Jamali ha vinto la XXVI edizione della Maratona d’Italia "Memorial Enzo Ferrari" coprendo i 42,195 km da Maranello a Carpi in 2h25:00. 33 anni, residente a Prato , l’atleta tesserato per il G.P. Parco Apuane ha cercato di migliorare il primato personale stabilito alla Pisa Marathon 2011 con 2:20:43, ma all’altezza del 35° chilometro è entrato in crisi e ha preferito difendere la leadership amministrando il vantaggio accumulato nei confronti di Salvatore Ciconte (Laguna Running), giunto secondo in 2h31:22. Terzo si è classificato Andrea Zambelli (Atl. Scandiano, 2h32:32).

Tra le donne si è imposta la romagnola Silvia Savorana (Atl. 85 Faenza) con 2h51:27. Sul podio sono poi salite Ilaria Aicardi (Reggio Events, 2h55:54) e Barbara Cimmarusti (Atl. Futura, 2h57:31).

fonte comunicato stampa Organizzatori




domenica 13 ottobre 2013

Tricolori cadetti/e a Jesolo, i risultati della prima giornata di Sabato 12 Ottobre

Alessandra Realdon
Nella prima giornata di ieri dei Campionati Italiani cadetti a Jesolo in una cornice quasi invernale, arrivano 2 migliori prestazioni nazionali di categoria. A stabilirle  sono stati negli ostacoli  la bolzanina Alessandra Realdon (11.56) il lombardo Marco Bigoni (13.17/+1.1) che così si sono avvicinati di molto ai primati di categoria detenuti dall’azzurra Veronica Borsi (11.48) e da Luca Berti Rigo (13.15).
 Zaynab Dosso domina la velocità (9.87/+0.5: miglior tempo di sempre sugli 80m per un’atleta al primo anno cadette). Il titolo maschile degli 80m va invece a Filippo Tortu – figlio e fratello d’arte – capace di correre in 9.09 sia in batteria sia in finale vento nullo): il lombardo, scuola Riccardi, entra così nella top-10 di sempre. Assolo di Francesca Tommasi sui 2000 metri: la veronese, allieva di Gianni Ghidini, conferma la sua quarta posizione nella lista di sempre (6:14.77).
 Il meglio dei concorsi arriva dalla pedana dell’asta: il friulano Max Mandusic, dopo aver saltato 4.40 alla prima prova, tenta invano con 4.60 la quota del record italiano detenuto da Luigi Colella (4.56). Nel lungo cadette vince (5.59/+1.2) Adriana Pizzuti, la goriziana allieva dell’ex campione del mondo di triplo indoor Paolo Camossi.

LA REDAZIONE

sabato 12 ottobre 2013

Oggi a Modena la prima giornata della Finale dei Campionati italiani di società under 23

Alessia Trost attesa protagonista del salto in alto
La città di Modena ospita oggi la due giorni dei Campionati italiani di società under 23.  Il via alle competizioni è previsto per oggi pomeriggio dalle 15 alle 19, mentre domenica mattina l'appuntamento in pista sarà dalle 9 alle 13. Le squadre impegnate tra oggi e domani  saranno 24, in campo mashile: Studentesca CaRiRi, Atl. Cento Torri Pavia, Fiamme Gialle "G. Simoni", CUS Palermo, Atl. Piemonte, Atl. Bergamo 1959 Creberg, Enterprise Sport & Service, Atl. Vicentina, La Fratellanza 1874, Assindustria Sport Padova, Atl. Lecco Colombo Costruzioni, ACSI Campidoglio Palatino, mentre al femminile: ACSI Italia Atletica, Bracco Atletica, Studentesca CaRiRi, Atl. Brescia 1950, Atl. Vicentina, CUS Pisa Atl. Cascina, Atl. Bergamo 1959 Creberg, Atl. Brugnera Friulintagli, CUS Torino, Mollificio Modenese Cittadella, Nuova Atl. Fanfulla Lodigiana, Atl. Firenze Marathon,  tutte alla ricerca degli ambiti scudetti tricolori. Ciascuna formazione potrà schierare atleti delle categorie Promesse (classe 1991-92-93) e Juniores (1994-95) con questi ultimi che, come da regolamento, concorreranno alla formazione della classifica per un minimo di 9 punteggi.
Attesi in gara tra le ragazze  Alessia Trost (Brugnera Friulintagli/Fiamme Gialle), la campionessa europea under 23 di salto in alto, salita a quota 2 metri nel corso della stagione indoor.  E se sabato la 20enne pordenonese avrà come avversaria nell'alto Chiara Vitobello (Bracco Atletica), ottava a Tampere, domenica dovrà misurarsi anche sulla pedana del lungo con Dariya Derkach che quest'anno ha portato la migliore prestazione italiana Promesse a 6,67. La saltatrice dell'ACSI Italia Atletica, a luglio in Finlandia, si è messo al collo l'argento degli Europei U23 nel triplo.
Passando agli uomini, ci sarà Lorenzo Valentini, già trascinatore della Studentesca CaRiRi in occasione della recente conquista dello scudetto assoluto. Nello sprint da seguire invece Massimiliano Ferraro (Enterprise Sport & Service), mentre il compagno di club Lorenzo Veroli sarà al via dei 400hs. Nelle prove mezzofondo è atteso Mohad Abdikadar. Nel getto del peso ci sarà in pedana  Daniele Secci (Fiamme Gialle) mentre Simone Falloni sarà impegnato nel lancio del martello.

LA REDAZIONE

venerdì 11 ottobre 2013

Master a Bologna: i risultati dei campionati italiani di Pentalanci

Il fine settimana appena trascorso è stato caratterizzato da numerosi appuntamenti di atletica leggera a tutti i livelli. Per i Master in particolare, è stata la città di Bologna ad ospitare i campionati italiani di Pentalanci che come sempre accade per queste categorie, ha visto la partecipazione appassionata di 108 atleti in gara divisi in 77 uomini e 31 donne.
Al Campo Baumann del capoluogo emiliano-romagnolo, con organizzazione della Polisportiva Acquadela, è stata realizzata una migliore prestazione nazionale, per mezzo di Anna Flaibani (Nuova Atletica del Friuli), classe 1928, che nella categoria MF85 ha ottenuto 3200 punti, con 19,31 nel martello, 5,00 nel peso, 10,22 nel disco, 8,29 nel giavellotto, 6,34 nel martello con maniglia corta, nonostante le condizioni atmosferiche invernali che hanno accompagnato tutte le manifestaazzione del week end.
Tra le vincitrici della rassegna anche Maria Luisa Fancello (Assi Giglio Rosso) con 4125 punti, campionessa italiana assoluta nel disco nel 1969 e 22 presenze nella nazionale assoluta fra il 1959 e il 1974. Da master la Fancello continua a vincere titoli nazionali e a detenere diversi migliori prestazioni nelle specialità, fra cui quella di pentathlon lanci MF70 con 4422 punti. Hanno, invece, bissato il titolo vinto a Forlì nei Campionati Invernali di Pentalanci nelle donne Maria Danzi (MF35), Maria Bartolozzi (MF45), Paola Melotti (MF55), Maria Luisa Fancello (MF70) e Maria Luisa Mazzotta (MF75) e negli uomini Alessandro Valsecchi (MM35), Francesco Longo (MM40), Emanuele Tortorici (MM45), Marin Mileta (MM55) e Sergio Veronesi (MM75).
DI SEGUITO TUTTI I CAMPIONI ITALIANI 2013:
UOMINI
MM35: Valsecchi Alessandro (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) 2368
MM40: Longo Francesco (A.S.Dilett. Atl. Villafranca) 3048
MM45: Tortorici Emanuele (Atletica Sandro Calvesi) 2888
MM50: Rossano Giuseppe (Cus Bari) 3171
MM55: Mileta Marin (Olimpia Amatori Rimini) 3209
MM60: Venturi Tarcisio (Fratellanza 1874 Modena) 3185
MM65: Bettucci Francesco (Sef Macerata) 2920
MM70: Di Stefano Giuseppe (A.S.Dil. Puntese S.G. La Punta) 3372
MM75: Veronesi Sergio (Virtus Emilsider Bologna) 2634
MM80: Amendola Nestore (Atl. Virgiliano) 2783
MM95: Ottaviani Giuseppe (Atl. Effebi Fossombrone) 3280

DONNE
MF35: Danzi Maria (G.S. Matera) 2917
MF40: Sapienza Santa (Scuola di Atletica Leggera Catania) 2892
MF45: Bartolozzi Maria Letizia (Assi Giglio Rosso Firenze) 2806
MF50: Zanoboni Marzia (Liberatletica) 2860
MF55: Melotti Paola (Cus Lecce) 2910
MF60: Bardi Rossella (Atl. Borgo a Buggiano) 2639
MF65: D’Ambrosio Gilda (Atl. Virgiliano) 1885
MF70: Fancello Maria Luisa (Assi Giglio Rosso Firenze) 4125
MF75: Mazzotta Maria Luisa (AS Running Club) 2191
MF85: Flaibani Anna (Nuova Atletica del Friuli) 3200

LA REDAZIONE

giovedì 10 ottobre 2013

A jesolo (VE) il 12 e 13 Ottobre si assegna il trofeo per regioni abbinato ai Tricolori Cadetti/e

Jesolo ospiterà il prossimo fine settimana 12 e 13 ottobre la 40esima edizione della rassegna nazionale cadetti per la terza volta consecutiva. Stavolta il programma delle gare  è concentrato in sole due giornate per assegnare non solamente i 34 titoli individuali, ma anche la prestigiosa “Kinder+Sport Cup”, il trofeo spettante alla rappresentativa regionale più compatta. Le regioni che si giocheranno il titolo saranno la Lombardia e Veneto, Veneto. Nelle ultime venti edizioni, infatti, sette volte hanno trionfato i rossi del Veneto e tredici i biancoverdi lombardi: quasi sempre gli uni sugli altri nella classifica combinata, solo un paio di incursioni al secondo posto per Lazio e Toscana.

 In questa stagione si contano già cinque MPN di categoria da parte di ragazzi che cercheranno la conferma a Jesolo: in campo maschile l’emiliano Michele Brini (Atl. Lugo), primo cadetto a superare il muro dei 4000 punti nel pentathlon (4006 a Castelfranco Emilia il 21 settembre), mentre tra le ragazze la star è Marta Zenoni (Atl. Brusaporto), in gara da primatista sui 1000 metri (2:46.79 al “Ceresini” di Fidenza il 9 giugno), ma in possesso del limite U16 anche sui 2000 metri, tolto a Nicole Reina (6:07.34 a Saronno il 22 settembre). Nei 300hs la portacolori dei centri giovanili delle Fiamme Oro, Gioi Spinello, ha incrementato la MPN manuale (43.2 a Padova il 13 aprile), anche se la MPN elettrica resta con 43.49 alla lombarda Ilaria Verderio (Atl. Gessate), schierata da capolista sulla distanza piana. Tre ragazze dell’Emilia-Romagna in testa alle liste degli 80 metri (l’ivoriana Zaynab Dosso, Laura Fattori ed Eleonora Iori) garantiscono la superiorità di una 4x100 che con 47.87 ha migliorato al “Ceresini” di Fidenza il limite per rappresentative regionali.

LA REDAZIONE

mercoledì 9 ottobre 2013

Il caso di Francioni Gianluca tra 30 giorni in tribunale

Francioni Gianluca
Sono rimasti ormai 30 giorni dall'inizio della causa per il risarcimento dei danni subiti intentata dall'atleta Francioni Gianluca, lanciatore di peso di Corridonia (MC) ex azzurro infortunatosi al ginocchio destro nel Dicembre del 2010 a causa del cedimento della pedana dove si stava allenando, contro il Comune di Corridonia proprietario dello stadio "Martini", il Gestore della struttura sportiva e la N.A.Atletica Fanfulla di Lodi.

Gianluca Francioni, uno degli alfieri del getto del peso italiano, rappresenta l'emblema della mala gestione degli impianti sportivi italiani che,  quando colpisce una disciplina come quella del getto del peso, si trasforma in una vicenda quasi drammatica.
L'atleta residente a Corridonia in provincia di Macerata, ha iniziato la sua carriera nel 1984 vestendo per ben cinque volte la maglia della nazionale italiana, ha stabilito il record italiano di getto del peso nel 1990 e nel 2009 ha conquistato il titolo di Campione Italiano.  Dopo anni di soddisfazioni, ha annunciato che chiuderà la carriera in virtù delle conseguenze di quanto successo nel dicembre del 2010.

Tesserato per la società N.A. Fanfulla di Lodi, Francioni ha continuato ad allenarsi allo Stadio "Martini" di Corridonia. A partire dal 2007, l’atleta aveva più volte denunciato la necessità di un urgente lavoro di manutenzione per le pedane dell’impianto, ma i suoi appelli non sono stati ascoltati. Nel Dicembre del 2010, durante uno dei suoi consueti allenamenti, la pedana sulla quale si stava esercitando ha ceduto causandogli la rottura del tendine rotuleo del ginocchio destro. L’incidente gli ha lasciato una invalidità permanente superiore al 10%.  Solo in seguito si è provveduto a sistemare la pedana.
 Il pesista, non essendo riuscito a risolvere la controversia in sede stragiudiziale, assistito dall’avvocato Giancarlo Nascimbeni di Macerata, ha deciso di presentare avanti il Tribunale di Macerata un’istanza di risarcimento danni nei confronti del Comune di Corridonia, del Comitato Corse Ippiche "Martini" che gestisce lo stadio e della società N.A. Fanfulla di Lodi con  cui era  tesserato all'epoca dell'incidente. Finalmente a distanza di quasi 3  anni dall'accaduto sono venute fuori le prime reazioni.
 I responsabili del Comitato, hanno dichiarato che Francioni non fosse autorizzato all’utilizzo dell’impianto e che la manutenzione dello stesso fosse stata effettuata con regolarità. La società Fanfulla, invece, sostiene che la responsabilità della gestione dello stadio sia di Comune e Comitato e che la decisione di allenarsi a Corridonia sia stata presa in autonomia da Francioni.
L’atleta, alla luce di quanto emerso, ha deciso di porre fine dall’attività agonistica. «Essere definito abusivo dopo tutto quello che ho fatto nella mia lunga carriera portando in alto il nome di Corridonia mi ha lasciato davvero sconcertato», ha dichiarato in una recente intervista riferendosi al Comitato Ippico e al Comune. Probabilmente sulla decisione finale hanno pesato anche le conseguenze dell’infortunio, la cui riabilitazione si è rivelata più difficile del previsto. L’iter giudiziario in ogni caso va avanti.

(da comunicato di Francioni ufficiostampa)

martedì 8 ottobre 2013

Italiani Allievi, Sebastiano Bianchetti stabilisce il record italiano nel getto del peso

Sebastiano Bianchetti
Sebastiano Bianchetti,  nella seconda giornata dei Campionati italiani under 18 andata in scena Sabato 5  ottobre a Jesolo (VE), ha stabilito il nuovo record italiano nel getto del peso. Nonostante la giornata tipicamente invernale caratterizzata da molto freddo e pioggia, il gigante reatino della Studentesca Cariri non si è fatto intimorire stabilendo il primato italiano di categoria lanciando l’attrezzo da 5kg a m. 20.38, migliorando di 20 centimetri il precedente 20.18 che apparteneva a Daniele Secci che lo stabilì a  Bressanone il 31 Maggio del 2009. Il neo campione italiano, dopo il recente record italiano di Domenica realizzato nella finale dei campionati italiani assoluti di società serie "A Oro" con il peso da Kg.7,260, con la sua splendida bordata ha riscritto le liste all time della specialità. Ancora non pago, il giorno seguente l'azzurro si è aggiudicato anche il titolo nel lancio del disco chiudendo un week end da incorniciare.
Quella del peso però non è stata  l'unica prestazione da segnalare,infatti un'altra  straordinaria misura è arrivata dalla pedana del salto in lungo dove  Filippo Randazzo catanese di San Cono che si allena a Valguarnera con Carmelo Giarrizzo è  atterrato  a m. 7.56 (+1.3), seconda prestazione allievi di sempre a cinque centimetri dal 7.61 del bronzo mondiale U18 di Andrew Howe in quel di Debrecen 2001.
Altra protagonista dei campionati  è stata Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano), miglior siepista europea nella finale mondiale di Donetsk. Per metà gara la milanese di origini ucraine resta in linea per migliorare il primato di Valeria Roffino, ma alla fine  si è  accontentata di chiudere la gara in 6:48.34,crono  che gli è valso il titolo italiano.

LA REDAZIONE

lunedì 7 ottobre 2013

Valeria Straneo stravince a Lisbona la Rock’n’roll Half Marathon in Portogallo


La vice campionessa Mondiale di Mosca dello scorso Agosto, ieri mattina ha stravinto a Lisbona la Rock’n’roll Half Marathon of Portugal, tagliando il traguardo dei 21,097km con l’ottimo tempo di 1h09:21.
La vittoria è tanto importante in quanto la prestazione dell'alessandrina  rappresenta la prima affermazione di un non africano (sia tra le donne che tra gli uomini) in 14 edizioni della manifestazione.  Nonostante il caldo della capitale portoghese, circa 28 gradi, la campionessa azzurra ha imposto presto il proprio ritmo alle avversarie, restando da sola dopo due terzi di gara con un passaggio ai 10km in 32:23.
 Al termine della competizione, l'azzurra ha rilasciato le seguenti dichiarazioni : -“Alla fine ero abbastanza affaticata, ma mi succede sempre quando devo correre al di sotto dei 3:20, su ritmi più veloci di quelli dei 42km. Sono contenta, la preparazione in funzione della maratona di New York procede bene, ed anche il problema fisico che ho patito due settimane fa (un fastidio alla muscolatura peronea, con parziale interessamento del tendine d’Achille sinistro) ormai è completamente riassorbito. La condizione è buona, ne sono convinta, anche se non so dire se sia sullo stesso livello dello scorso Agosto. Vedremo. Quel che è certo è che ho tanta voglia di correre a New York, dopo la cancellazione dello scorso anno”.
Infine va segnalata  l'ottima prestazione tra gli uomini del keniano Wilson Kiprop che ha vinto la gara in 1h00:18. Questo risultato è valso al campione africano anche il record   della manifestazione.

LA REDAZIONE

domenica 6 ottobre 2013

Al via oggi i Campionati Italiani di Staffette di corsa in montagna a Malonno (BS)

Bernard Dematteis
Oggi a Malonno, in provincia di Brescia la corsa in montagna italiana si prepara a celebrare il gran finale di stagione con i Campionati Italiani di Staffette dedicati alla categoria Assoluti, Juniores e Master che concorrono anche alla determinazione dei Campionati di Società di Corsa in Montagna 2013 dopo le tre tappe dei Campionati svoltisi a Dolcedo (Imola), Arco di Trento e Brentonico (Trento). La località dell’alta Valle Camonica è uno dei luoghi consueti per la corsa in montagna. Per l’U.S. Malonno, organizzatrice anche del Memorial Bianchi, sono infatti 50 anni di corsa in montagna.
 La staffetta prevede due frazione nelle gare femminili e Junior e tre nella gara maschile.
Tra gli uomini è favorita la squadra targata Polisportiva Valle Varaita e formata dai gemelli Bernard (Campione Europeo in carica) e Martin Dematteis insieme a Manuel Solavaggione, con la Valli Bergamasche pericoloso avversario ma costretto a fare i conti con uno Xavier Chevrier non ancora al cento per cento a causa del problema muscolare che lo condiziona da prima dei Mondiali. Al suo fianco gli altri azzurri Luca Cagnati e Max Zanaboni. Da tenere d’occhio anche l’Orecchiella Garfagnana guidata da Gabriele Abate e il GS Orobie dell'argento europeo Alex Baldaccini.

 Le staffette femminili vedono favorito il Runner Team 99 SBV della coppia formata dalla campionessa mondiale Alice Gaggi (in arrivo a Malonno direttamente dalla slovena Smarna Gora dove sabato parteciperà alla finale del Gran Prix) e Francesca Bellezza. Attenzione anche all’Atletica Alta Valtellina del bronzo mondiale Elisa Desco ed Elisa Compagnoni (che divide con Il Runner Team i favori del pronostico) in attesa della conferma della Forestale con Renate Rungger ed Antonella Confortola.
 Per quanto riguarda i Societari, ad oggi le classifiche vedono in testa tra gli uomini l’Atletica Valli Bergamasche Leffe e l’Atletica Dolomiti Belluno tra le donne. La partenza della gara femminile è prevista per le 9, seguita un’ora e mezza dopo da quella maschile.

LA REDAZIONE

sabato 5 ottobre 2013

Andrew Howe Domani 6 Ottobre al meeting di Fossano insieme a Elisa Rigaudo

Andrew Howe
 La prima edizione del Meeting Città di Fossano andrà in scena Domenica sulla pista di atletica del Villaggio Sportivo di Fossano (Cuneo) per l'organizzazione dell’Atl. Fossano 75 e dell’Atl. Olimpia ASD, manifestazione che aprirà la settimana della rassegna “Fossano in Movimento” (6-13 ottobre) con tanti campioni di ogni sport  tra i quali vanno segnalati Filippo Volandri per il tennis e Dino Meneghin per il basket.
Nei 100 metri  è prevista la partecipazione del vice campione del mondo di salto in lungo  Andrew Howe (Aeronautica), fresco vincitore dello sprint sabato a Rieti nella finale nazionale dei Societari con 10.53, il tricolore assoluto Delmas Obou (Fiamme Gialle), Fabio Cerutti (Fiamme Gialle) e Roberto Donati (Esercito). Nella velocità femminile sono annunciate le atlete della Bracco Atletica Marta Maffioletti e Laura Gamba (bronzo con la 4x100 under 23 ai campionati europei di categoria) che se la dovranno vedere con Jessica Paoletta (Esercito) e Judy Ekeh (Reggio Event's). Ospite del Meeting, il bronzo olimpico di Londra 2012 e argento mondiale a Mosca nei 100 metri, il velocista statunitense Justin Gatlin.
Nella marcia protagonista la campionessa di casa, la cuneese Elisa Rigaudo, quinta ai Mondiali di Mosca; con lei annunciata l’atleta dell’Esercito Valentina Trapletti. Per la marcia non si assisterà ad una gara classica ma le atlete daranno vita ad una originale staffetta 3x1km.
Nei 1500 sono attesi i keniani, bronzi olimpici dei 5000 metri, Thomas Longosiwa (Londra 2012) e Edwin Soi (Pechino 2008). Nella stessa gara anche i carabinieri Stefano La Rosa (pluricampione italiano dei 5000 metri), Maurizio Bobbato (bronzo agli Europei Indoor del 2007 sugli 800 metri) e Christian Obrist (in finale all’Olimpiade di Pechino 2008 sui 1500 metri, distanza nella quale è stato tricolore assoluto ininterrottamente dal 2000 al 2009). Negli 800, la campionessa d'Italia Marta Milani (Esercito) se la vedrà con la giovane compagna di club Irene Baldessarri (PB 2:06.70) e la torinese Martina Merlo (Aeronautica), specialista delle siepi.
Sulla pedana del lungo infine, attesa per Fabrizio Schembri (Carabinieri), ottavo a Mosca nel salto triplo, e per il campione italiano 2013 Alessandro Guarini (Fiamme Oro) che quest’anno ha portato il proprio primato personale a 8 metri.

LA REDAZIONE

giovedì 3 ottobre 2013

Nella XII edizione della Mezza Maratona di Torino vince Abdelhadi Laaouina (Atl. Susa)

Cath

erine Bertone 
Domenica 29 Settembre si è svolta La XII edizione della Mezza Maratona di Torino – XI Memorial Domenico Carpanini, valida come XXI prova del Trofeo Corri Piemonte Strada 2013, che ha visto la vittoria di Abdelhadi Laaouina (Atl. Susa) in 1h09:03, davanti a Abdessamia Mouontasser (Pod. Tranese) in 1h11:58 e Nicola Grieco (ASD Borgaretto 75) in 1h11:58. 
Nella gara femminile  invece ha prevalso su tutte  Catherine Bertone (Atl. Sandro Calvesi) in 1h17:00 su Abera Fisseha Tarikua (Cus Torino) in 1h18:22 e Margherita Grosso (GSD Brancaleone Asti) in 1h28:43. Alla manifestazione era abbinata anche la 10km Walk of Life di Telethon, corsa benefica il cui ricavato andrà alla ricerca sulle malattie genetiche. 
A Torino si è corso per Greta, una bambina di due anni affetta da atrofia muscolare spinale (Sma) di tipo 1, per tutti i bambini che soffrono della stessa malattia, e per la dott.ssa Patrizia Boffi, ricercatrice che lavora presso il Centro per le malattie neuromuscolari Paolo Peirolo dell’Università di Torino. Sul podio della 10km salgono al maschile Mattia Scalas (Atl. Serramanna) con il tempo finale di 30:53, seguito da Giacomo Bastonero (Cus Torino) in 31:47 e Fabio Salaro (Atl. Piemonte) in 32:13; al femminile Giorgia Morano (Cus Torino) con un crono di 33:43, seguita da Federica Arnone (Pod. Tranese) con 36:51 e Beatrice Curtabbi (Cus Torino) con 39:21. Sommando le due distanze e le manifestazioni non competitive sono stati oltre 1500 gli atleti che hanno animato a partire dalle 9.00 le vie di Torino per un successo soprattutto in chiave della ricerca.

LA REDAZIONE

mercoledì 2 ottobre 2013

A Scicli (RG) il "24° Peppe Greco" di sabato 28 settembre vittoria a sorpresa per il keniano Thomas Lokomwa

Sui 10km del 24° Peppe Greco svoltosi a Scicli (RG) sabato 28 Settembre, ha vinto la gara il keniano Thomas Lokomwa. I meglio informati aspettavano il successo per la 4^ volta di Edwin Soi o magari il bis dell’etiope Imane Merga, invece la vittoria è andata al keniano Thomas Lokomwa capace di approfittare di un'indecisione all’ultimo giro di tutti i migliori convinti che forse ci fosse ancora un giro da percorrere che ha chiuso la gara in 30:33"davanti ad un altro dei favoriti, il keniano Longosiwa (30:33), in un podio completato dal connazionale Kosgei .
 La gara ha visto come sempre un grande pubblico e  buona la prova del siciliano Giuseppe Gerratana  (Aeronautica), il fondista modicano, argento sui 3000 siepi agli Europei Under 23 di Tampere, che ha chiuso all’ottavo posto e primo degli azzurri in 31:44 davanti a Yuri Floriani (Fiamme Gialle/31:52), Stefano Scaini  del Running Club Futura in 31:59 supportato dalla moglie Anna Incerti, la campionessa europea 2010 di maratona, madrina dell’evento e starter insieme al sindaco di Scicli Franco Susino. Dopo tre tornate costretto al ritiro Domenico Ricatti (Aeronautica), che lo scorso anno, proprio su questo stesso percorso aveva vinto il tricolore dei 10 km su strada. Prima della partenza gli atleti hanno indossato la maglietta con la scritta "Vorrei donarti un respiro", in favore dei malati di Fibrosi Cistica.

LA REDAZIONE

martedì 1 ottobre 2013

Finale Societari Assoluti: a Rieti il titolo va Alla Studentesca Cariri e all'Acsi Italia Atletica

Andrew Howe
La finale dei campionati italiani assoluti di società di Rieti (finale Oro) ha proclamato Domenica 29 Settembre  gli uomini della Studentesca CaRiRi  , per la prima volta nella storia del sodalizio reatino, e le romane dell'ACSI Italia Atletica, al dodicesimo centro tricolore consecutivo,  Campioni d'Italia 2013. Al secondo posto al maschile si piazzano  i campioni uscenti dell'Atletica Riccardi Milano mentre al terzo  il sodalizio campano dell'Enterprise Sport & Service, appaiati a quota 152 punti, ma con i lombardi premiati dal maggior numero di secondi posti. Al femminile, invece, il secondo posto è per il team milanese della Bracco Atletica davanti alle toscane del CUS Pisa Atl. Cascina.

Le migliori  prestazioni di Domenica sono arrivate una volta tanto dai lanci. Per primo è toccato al martellista Simone Falloni con m. 71,75 poi è toccato all'altro atleta di casa ecompagno di squadra della Studentesca Cariri, il lanciatore di peso  Sebastiano Bianchetti com m. 17,00 (secondo alle spalle di Tommaso Parolo, 17,26) che dopo 39 anni ha riscritto la migliore prestazione italiana Allievi con l'attrezzo senior  da  7,260 kg.
Altri successi per la Studentesca sono arrivati da Lorenzo Valentini  che, dopo i 400 metri di sabato, ieri ha  conquistato  i 200 in 21.04 e poi ha corso la quarta e decisiva frazione della 4x400 CaRiRi. Purtroppo nel lungo  Andrew Howe dopo il successo dei 100 metri di ieri, arriva secondo nel lungo con m. 7,33 dietro il vincitore  Stefano Tremigliozzi con 7,36.  Al femminile, fa il bis Marzia Caravelli con 23.83 nei 200 metri, mentre la primatista Yadisleidy Pedroso vince i 400hs in 56.78.

Dalle altre sedi dove si disputavano le 3 finali nazionali, la serie "Argento" di Vicenza ha promosso in serie A "Oro"  le società  dell'Athletic Club 96 Ae Spa al maschile e l’Atletica Firenze Marathon al femminile. Le individualità da segnalare al maschile  sono quelle di Nicola Vizzoni nel martello e Matteo Galvan nei 200 metri, al femminile, ricordiamo la vittoria di Alessia Trost nel salto in alto di Sabato 28 Settembre. 
Dalla serie "A1" di Sulmona la vittoria e la promozione al maschile è andata alla Quercia Trentingrana tra gli uomini e la Libertas Arcs Cus Perugia per le donne. I risultati da segnalare sono quelli dello sprinter campione d'Italia individuale assoluto  Delmas Obou (Cus Pisa atletica Cascina) e dello junior  Paolo Vailati (Fanfulla Lodigiana) nel getto del peso.
Infine la serie A2 di Bastia Umbra ha visto prevalere su tutti al maschile l' Imola Sacmi Avis  tra gli uomini e l' Atletica Insieme New Foods Verona tra le donne. Qui il miglior risultato è arrivato dal salto in lungo che ha visto la vittoria di  Alessio Guarini, campione italiano assoluto arrivato quest'anno a 8 metri, con m. 7,55.

LA REDAZIONE