giovedì 28 dicembre 2017

Runner aggredito da un rottweiler mentre corre a Falconara (Ancona)

Aveva deciso di fare un corsa tra le vie cittadine, un uomo di 50 anni, ma in una via cittadina si imbatteva in cane di razza rottweiler, a passeggio senza guinzaglio con il suo padrone.

Forse proprio la corsa scatenava gli istinti dell’animale, che inaspettatamente si scagliava addosso al corridore azzannandolo al braccio. L’intervento del padrone riusciva a riportare alla calma il grosso cane, che aveva però già lasciato il segno dei propri denti sul malcapitato corridore.



Venivano quindi avvertiti i soccorsi e sul posto giungevano i Militi della Croce Gialla di Ancona per trasportare lo sfortunato runner all’Ospedale di Torrette per trattare la ferita. Presenti anche le forze dell’ordine a cui il padrone del cane, rimasto sul posto per vegliare il 50enne fino all’arrivo dei soccorsi, dovrà rispondere per l’improprio comportamento del suo animale lasciato libero.


mercoledì 27 dicembre 2017

Mo Farah insultato sui media per questa foto



Il quattro volte medaglia d'oro olimpica Mo Farah è stato preso di mira con messaggi razzisti. Il corridore, 34 anni, ha postato sui social  un selfie con un cappello da Babbo Natale  per augurare un buon Natale ai suoi fan .
Tuttavia, Farah - un musulmano praticante - è stato preso di mira con una serie di messaggi offensivi che lo hanno colpito per aver riconosciuto il Natale a causa della sua fede.
Il grande atleta  britannico ha più di 660.000 follower su Instagram, ma non tutti sono stati d'accordo con il suo messaggio natalizio e come risultato ha ricevuto tantissime  risposte offensive.
Ti viene dato il nome del nostro amato profeta Mohamed ed è meglio proteggere il nome onorevole e la tua religione dell'Islam", si legge in una risposta.
Un altro messaggio: "Vergogna fratello. "
Un altro messaggio: "Sei serio? Tu sei musulmano, ci hai tradito, mi dispiace per te. "

lunedì 25 dicembre 2017

Raduni Under 25: ecco i convocati per Formia



Dal 2 al 6 gennaio 2018, il Centro di Preparazione Olimpica di Formia (Latina) ospiterà gli under 25 di due settori. Saranno infatti presenti gli ostacolisti Matteo Beria (Atl. Vicentina), Matteo Bonora (Team Treviso), Federico Cesati (Pro Sesto Atletica), Mattia Contini (Aeronautica), Francesco Ferrante (Atl. Firenze Marathon), Lorenzo Perini (Aeronautica), Simone Poccia (Studentesca Rieti Milardi), Jean-Marie Robbin (Atl. Sandro Calvesi), Caren Agreiter (Bruneck Brunico Volksbank), Luminosa Bogliolo (Cus Genova), Giada Carmassi (Esercito), Valentina Cavalleri (Esercito), Elisa Di Lazzaro (Cus Parma), Anna Gresta (Atl. Roma Acquacetosa), Linda Guizzetti (Brixia Atletica 2014), Abigail Gyedu (Atl. Brescia 1950), Eleonora Marchiando (Atl. Sandro Calvesi), Nicla Mosetti (Bracco Atletica), Linda Olivieri (Atl. Monza), Rebecca Sartori (Ga Bassano) e Angelika Wegierska (Atl. Malignani Libertas Udine). 

Per i salti convocati Samuele Cerro (Studentesca Rieti Milardi), Gabriele Chilà (Studentesca Rieti Milardi), Christian Falocchi (Brixia Atletica 2014), Simone Forte (Fiamme Gialle), Jan Luxa, Eugenio Meloni (Carabinieri), Nicholas Nava (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), Andrea Pianti (Shardana), Filippo Randazzo (Fiamme Gialle), Stefano Sottile (Fiamme Azzurre), Martina Aliventi (Collection Atl. Sambenedettese), Ottavia Cestonaro (Carabinieri), Benedetta Cuneo (Fiamme Gialle), Beatrice Fiorese (Atl. Vicentina), Erika Furlani (Fiamme Oro), Silvia La Tella (N. Atl. Fanfulla Lodigiana) e Chiara Proverbio (Osa Saronno Libertas).





sabato 23 dicembre 2017

BOclassic in gara Crippa, l’iridato etiope Edris e il norvegese Moen, primatista europeo di maratona



Si corre verso la fine dell’anno, con le tradizionali gare su strada nel giorno di San Silvestro. Domenica 31 dicembre appuntamento a Bolzano per la 43esima edizione della BOclassic che annuncia alla partenza tra gli altri Yeman Crippa in un cast di alto livello. L’azzurro delle Fiamme Oro, campione europeo under 23 dei 5000 metri, alla recente rassegna continentale di cross ha conquistato la decima medaglia internazionale della sua giovane carriera, per ripetere il bronzo di categoria della passata stagione.

Ma il favorito della prova maschile di 10 km (ore 15.30) è l’etiope Muktar Edris. Il campione mondiale dei 5000 metri a Londra, dove ha sconfitto Mo Farah, si è aggiudicato l’ultima edizione nel centro storico della città altoatesina oltre che quella del 2014. Se la vedrà con due atleti saliti alla ribalta nelle ultime settimane come il norvegese Sondre Nordstad Moen, primatista europeo di maratona con 2h05:48 il 3 dicembre a Fukuoka per diventare il primo non africano sotto le 2h06, e Kaan Kigen Ozbilen, il turco di origine keniana medaglia d’oro agli Europei di cross. 

Anche la sfida femminile sui 5 km (ore 15.00), che festeggia i suoi 40 anni, attende la vincitrice dell’anno scorso: la keniana Agnes Tirop, ex iridata di corsa campestre e bronzo mondiale dei 10.000 metri, opposta alla connazionale Margaret Chelimo, quinta nei 5000 a Londra. Sarà quindi al via la francese Christelle Daunay, campionessa europea di maratona, insieme alle britanniche Emelia Goreckae Steph Twell, oro a squadre nella rassegna continentale di corsa campestre, e alle gemelle tedesche Diana Sujew, argento europeo dei 1500 nel 2012, ed Elina Sujew, senza dimenticare la statunitense Desiree Linden, settima nella maratona olimpica di Rio. In chiave italiana da seguire Margherita Magnani (Fiamme Gialle), azzurra sui 1500 in tutte le grandi manifestazioni internazionali, e al maschile il compagno di allenamento Yassin Bouih (Fiamme Gialle), finalista quest’anno agli Europei indoor sulla stessa distanza. Nell’evento allestito dal Lauferclub Bozen Raiffeisen, che prosegue l’abbinamento con il Mercatino di Natale in piazza Walther, il programma sull’anello di 1250 metri è arricchito dalla consueta gara Ladurner, per atleti master e amatori, con la conferma della “Alto Adige aiuta” Charity Run, una corsa non competitiva di 5 km aperta a tutti, anche ai camminatori.





venerdì 22 dicembre 2017

Eleonora Giorgi e Matteo Giupponi a Gennaio in raduno in California





Inizia con un raduno all’estero il 2018 per i marciatori Matteo Giupponi (Carabinieri), ottavo ai Giochi di Rio sulla 20 chilometri, ed Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre), primatista italiana della stessa distanza al femminile.

Entrambi si alleneranno a San Diego, in California (USA), dal 6 al 26 gennaio, seconda metropoli della California dopo Los Angeles, situata poco sopra al confine messicano dove troveranno un clima certamente più mite che li aiuterà a  preparare al meglio la prossima stagione.





domenica 2 luglio 2017

Risultati Gold Coast Marathon in Australia, africani battuti dal giapponese Noguchi






La notizia che un non africano vince una maratona è sempre sensazionale. Questo è quanto è successo oggi domenica 2 luglio nella  Gold Coast Marathon in Australia dove al maschile Takuya Noguchi ha tolto le speranze di Kenneth Mungara di fare una tripletta di vittorie assolute.


Noguchi non solo ha detronizzato il campione in carica, ma la sua è stata anche la prima vittoria non-africana dal 2013. I primi tre uomini - Noguchi in 2:08:59, Mungara in 2:09:04 e Kawauchi in 2:09:18 - hanno stabilito le migliori prestazioni ​​negli ultimi anni.Il tempo vincente di Noguchi è stato di due minuti migliore sul suo precedente miglior tempo e il quarto sub-2: 09 della Gold Coast.


Abebe Afework ha tagliato più di un minuto al record di gara femminile.




mercoledì 3 maggio 2017

Mezzofondo: terminato il raduno di Grosseto




La Maremma si conferma al centro dell’atletica italiana, con il raduno nazionale di mezzofondo che si è svolto a Castiglione della Pescaia. Da sabato 22 e fino a domenica 30 aprile, molti dei migliori specialisti azzurri si sono allenati sia nell’impianto di Casa Mora che nei percorsi in pineta e sulle piste ciclabili, per preparare al meglio la nuova stagione agonistica. In tutto ben 35 convocati, tra cui due atleti che hanno partecipato alle Olimpiadi di Rio: Giordano Benedetti (800 metri) e Margherita Magnani (1500 metri), entrambi portacolori delle Fiamme Gialle, ma anche il due volte oro europeo juniores di corsa campestre Yeman Crippa (Fiamme Oro), insieme agli altri azzurri Marco Salami (Esercito) e Ahmed El Mazoury (Fiamme Gialle). Poi un folto gruppo di 30 atleti under 25 inseriti nel progetto sviluppo federale, nati dal 1993 al 1997 e accompagnati dai rispettivi tecnici personali, che comprende i campioni europei juniores dei 3000 siepi Yohanes Chiappinelli (Carabinieri) e dei 10.000 metri Pietro Riva (Fiamme Oro). Gli atleti hanno svolto test metabolici con misura del lattato a velocità crescenti, valutazioni sulla forza e sulla meccanica della corsa, training sulla velocità sulla potenza aerobica massima e sulla resistenza specifica. “I ragazzi hanno trovato un ambiente accogliente a Castiglione della Pescaia – ha detto Gianni Ghidini, advisor nazionale del mezzofondo veloce – e il bel clima in generale ha favorito i lavori”. Una preziosa assistenza logistica è stata fornita da Elisabetta Artuso, appuntato scelto dei Carabinieri Forestali, e dalla società Atletica Castiglionese. Nello staff c’erano anche i grossetani Claudio Pannozzo, nel ruolo di tecnico, e Marco Spernanzoni come fisioterapista.
Di seguito l’elenco completo degli atleti che hanno partecipato al raduno nazionale di mezzofondo: Ahmed Abdelwahed (Cus Camerino), Mohad Abdikadar (Aeronautica), Irene Baldessari (Esercito), Elena Bellò (Fiamme Azzurre), Giordano Benedetti (Fiamme Gialle), Francesca Bertoni (La Fratellanza 1874 Modena), Gabriele Bizzotto (Cus Parma), Lorenzo Casini (Atl. Firenze Marathon), Yohanes Chiappinelli (Carabinieri), Simone Colombini (La Fratellanza 1874 Modena), Francesco Conti (Atl. Imola Sacmi Avis), Nekagenet Crippa (Trieste Atletica), Yeman Crippa (Fiamme Oro), Alessandro Dal Ben (Atl. Insieme New Foods Verona), Lorenzo Dini (Fiamme Gialle), Samuele Dini (Fiamme Gialle), Daniele D’Onofrio (Nuova Atl. Isernia), Ahmed El Mazoury (Fiamme Gialle), Said Ettaqy (Esercito), Leonardo Feletto (Atl. Brugnera Friulintagli), Chiara Ferdani (Atl. Spezia Duferco), Alessandro Giacobazzi (La Fratellanza 1874 Modena), Margherita Magnani (Fiamme Gialle), Joyce Mattagliano (Esercito), Mattia Padovani (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), Lorenzo Pilati (Atl. Valli di Non e Sole), Italo Quazzola (Atl. Casone Noceto), Nicole Reina (Cus Pro Patria Milano), Enrico Riccobon (Atl. Brugnera Friulintagli), Pietro Riva (Fiamme Oro), Marco Salami (Esercito), Christine Santi (Esercito), Eleonora Vandi (Atl. Avis Macerata), Ala Zoghlami (Cus Palermo), Osama Zoghlami (Cus Palermo).

venerdì 7 aprile 2017

Budapest launch bid to host 2023 IAAF World Championships


 Budapest wants to host the 2023 International Association of Athletics Federations (IAAF) World Championships as part of a long-term strategy to stage the Olympic and Paralympic Games.
Discussions have already started between Hungarian officials and the IAAF.
Hungary have vowed to continue bidding for major events, despite the city's Olympic bid for 2024 collapsing in February after local opponents of the bid submitted a quarter-of-a-million signatures in a petition demanding a local referendum in Budapest on the issue.
Balázs Fürjes, chair of Budapest 2024 and Government Commissioner for flagship Budapest developments, revealed during the SportAccord Convention here that the Hungarian capital still plans to build many of the facilities they proposed if they were awarded the Games.
This includes the main Olympic Stadium along the banks of the River Danube, which would host the IAAF World Championships.

martedì 21 marzo 2017

Paris only interested in 2024 Olympic Games, ruling out 2028


Paris has told the International Olympic Committee "it's now or never" as it bids for the 2024 Olympic and Paralympic Games.
Paris and Los Angeles are the two cities still competing to be the host in 2024 and there has been suggestions that the IOC may award both the 2024 and 2028 Games in September.
But Paris Olympic and Paralympic Games bid co-chair and IOC member Tony Estanguet insists the French capital would only host the Games it is bidding for. 
We're okay if the IOC wants to give two Games at the same session in Lima," said Estanguet, speaking in London on Tuesday. "But on our side, our project is only possible for '24.
"We can't accept '28. It's not possible. It's now or never. Either the IOC family wants to choose Paris for '24 or we will not come back for '28."
Budapest, Hamburg and Rome have already left the race for 2024 over domestic concerns about costs.
Paris hosted the second Games in 1900 and again in 1924, but lost out to Barcelona in 1992, Beijing in 2008 and London four years later.
"This is the fourth bid, we learnt a lot," added Estanguet, a three-time Olympic slalom canoe gold medal winner. "We also believe this is the time to come back to Paris, or to Europe, in '24.
"We are not against the process, we welcome the process and understand the process, but our project is only possible for '24.
"We cannot imagine hosting the Games in '28. That was not the mandate I received from my team, the political leaders in my country.
"We believe we are the best partner for '24. It's a no risk bid."
Paris will largely make use of existing venues and infrastructure, but the site of the athletes' village, in Seine-Saint-Denis, is attached only to the 2024 bid and will not be available thereafter.
The French city and LA chiefs are poised to meet at next month's Sport Accord business and sport convention in Aarhus in Denmark, but there will be no compromise from Paris.
"We will meet them," Estanguet added. "There's no problem at all to discuss this and how they feel with this.
"But then again, it will not be possible for us to open any gate in discussing negotiating for '28. On our side it's really clear: we are only focused on '24."
Lessons have been learned from London's staging of the Games and Estanguet insists Paris would be a Games for the whole of Europe in a post-Brexit world.
"It was a great example for us. We looked very carefully at what London delivered," he said. "It was a similar approach.
"If Paris is host of the Games. It won't be only a French bid. It's really easy to come to Paris from different places in Europe.
"We hope to welcome British (people) to France in 2024."

domenica 19 marzo 2017

Over 15,500 runners in today's Reading Half Marathon


Thousands of runners will pound the streets of Reading today to take part in the town's 34th Reading Half Marathon.
The event starts at the Green Park area of town and ends at Madejski Stadium. The organisers have made a downloadable map of the route available online.
A number of roads will be closed before, during and after the race.

Akani Simbine 9.92 battles Thando Roto 9.95 in 100m at AGN Championships




Men´s 100m AGN Championships: Akani Simbine blazes 9.92 seconds to defeat Thando Roto (9.95) in 100m.

venerdì 10 marzo 2017

Al via il contest fotografico Gareggia con il Campione 2017 per vivere tre importanti appuntamenti agonistici con grandi atleti


Garmin accende la miccia all’edizione 2017 della tanto apprezzata iniziativa Gareggia con il Campione, che quest’anno consentirà ad alcuni fortunati appassionati di corsa, triathlon e ciclismo di conoscere importanti atleti di queste discipline, e gareggiare con loro in occasione di tre manifestazioni sportive: la Milano City Marathon del 2 aprile 2017, il Garmin TriO Sirmione del 25 giugno 2017 e la Maratona delle Dolomiti del 2 luglio 2017. 
Image
Una grande novità per dare modo a chi ama lo sport di avere la possibilità di prendere parte a questi importanti appuntamenti e mettersi alla prova gareggiando a fianco di atleti di alto livello.

Partecipare al concorso è molto semplice: si dovrà, dopo essersi registrati, accedere e pubblicare sul portale www.concorsigarmin.it/gareggiaconilcampione una propriaimmagine che rappresenti la vera essenza dello sport e del modo in cui lo si vive ogni giorno. Ciascuna foto caricata potrà essere quindi votata da altri utenti entro periodi stabiliti, finiti i quali verranno scelte le immagini che hanno ricevuto più consensi e quindi assegnati i pettorali messi a disposizione da Garmin.

Per quanto riguarda la Milano City Marathon, tra i partecipanti saranno individuati, secondo le modalità spiegate a seguire, ben sedici nominativi. Questi andranno a formare quattro squadre composte da quattro atleti ciascuna che parteciperanno alla staffetta della manifestazione podistica milanese. A capitanare ogni team, altrettanti nomi di spicco nel panorama sportivo nazionale, a partire dall’oro olimpico Stefano Baldini, seguito dal CT della nazionale di ciclismo su strada Davide Cassani, dal campione del mondo di corsa in montagna Marco de Gasperi e dall’ex pro su strada Ivan Basso. I coach supporteranno le squadre, dando consigli per arrivare con successo al traguardo. Le immagini potranno essere caricate e votate dal 10 fino al 25 marzo, mentre i premi saranno consegnati entro il 31 marzo 2017.

Passando all’appuntamento con il triathlon e con il Garmin TriO Sirmione, saranno quattro gli atleti scelti che saranno affiancati durante lo svolgimento della competizione da triatleti di altro calibro: Daniel FontanaAlessandro FabianGiulio Molinari e Charlotte Bonin, portabandiera della triplice disciplina al femminile. Le immagini potranno essere caricate e votate dal 3 aprile fino al 20 maggio, e i premi saranno consegnati entro il 31 maggio 2017

Si finisce con il ciclismo e la Maratona delle Dolomiti, durante la quale campioni come il commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo Davide CassaniFabio Aru(Astana Pro Team), Francesco Gavazzi (Androni Giocattoli-Sidermec) e Michele Scarponi (Astana Pro Team) pedaleranno al fianco di altrettanti fortunati atleti nello spettacolare scenario delle Dolomiti. Le immagini potranno essere caricate e votate dal 21 maggio fino al 10 giugno, mentre i premi saranno consegnati entro il 20 giugno 2017.

C’è un’altra importante novità: i vincitori, e gli atleti con i quali gareggeranno, durante le manifestazioni in programma saranno seguiti dalla trasmissione televisiva Bike Channelche racconterà nelle puntate della sua nuova trasmissione “Gareggia con il Campione”, che prende il nome proprio dall’iniziativa Garmin, le emozioni vissute da chi lo sport lo vive davvero.

mercoledì 8 marzo 2017

TUTTI IN FORMA A CARTOOMICS 2017 CON IL FULL METAL FITNESS FIRMATO 20HOURS CLUB!

Una prima esperienza estremamente positiva quella vissuta lo scorso weekend da 20Hours Club presso Cartoomics 2017, la più grande fiera del nord Italia sul mondo dei fumetti, dei video games e molto altro organizzata a Fiera Milano Rho. Sono stati moltissimi infatti i visitatori che sono passati a salutare lo staff di 20Hours Club e che si sono fermati allo stand dedicato per assistere alle dimostrazioni di Full Metal Fitnessorganizzate dalla catena di palestre per promuovere la nuova emozionante avventura cinematografica del mitico gorilla



Lo staff di 20Hours Club, entusiasta di intraprendere questa nuova collaborazione che lega in un’accoppiata inedita e vincente fitness e cinema, si è reso disponibile per tutti i tre giorni della kermesse dedicata al fumetto ad intrattenere e coinvolgere i numerosi visitatori con adrenaliniche dimostrazioni e lezioni di Full Metal Fitness, svoltesi all’ombra della gigantesca mano del gorilla King Kong che si ergeva imponente all’interno dello stand brandizzato 20Hours Club e che ha fatto da sfondo alle moltissime foto realizzate dai visitatori della fiera. Ancora una volta 20 Hours Club ha dimostrato che il fitness è divertente, coinvolgente e alla portata di tutti. Se anche voi siete pronti a vivere nuove avventure e non volete farvi trovare impreparati venite nelle sedi di 20Hours Club a provare la disciplina del Full Metal Fitness: 30 esplosivi minuti di allenamento di gruppo, a circuito, per chi ha poco tempo e vuole fare un allenamento totale.


Cardio e forza nello stesso momento, a ritmi elevati per una disciplina che prende in prestito dall’allenamento funzionale i suoi principali esercizi, svolti prevalentemente a corpo libero o con l’ausilio di piccoli attrezzi quali kettlebell, box-jump, trx, palle mediche, sandbag.
20Hours, con le sue 40 palestre localizzate soprattutto sul territorio lombardo e forte dei suoi 20 anni di esperienza e passione nel settore fitness, è da sempre una realtà consolidata nella provincia milanese e con il nuovo anno punta a rafforzare la sua leadership facendo vivere ai clienti una fitness customer experience a 360°:costante interazione con il cliente, cordialità e attenzione al servizio e al benessere psico-fisico, attrezzature all’avanguardia e una vastissima proposta di corsi.

domenica 5 marzo 2017

Fabrizio Donato è d'argento: A 40 anni stupisce tutti



Fabrizio Donato non smette più di stupire. A Belgrado, il capitano della Nazionale, bronzo ai Giochi di Londra 2012 e 40 anni compiuti ad agosto, si è presentato al via per la quinta volta in carriera nella finale di un campionato europeo indoor, in cui ha vinto l'oro nel 2009 e l'argento nel 2011. L'azzurro dopo una gara sul filo dei centimetri ha conquistato nel salto triplo uno strepitoso argento con la misura di m. 17,13 (Record del mondo M40) arrendendosi solo al portoghese Evora arrivato 7 centimetri più avanti.
FONTE: atleticanotizie

Europei indoor Belgrado 17: Tutti i risultati della seconda giornata

La seconda giornata dei Campionati Europei Indoor di atletica leggera andata in scena a Belgrado ieri,  ha regalato molto spettacolo ma meno soddisfazioni per gli azzurri. Cominciamo dalla gara più veloce, i 60 metri maschili, dove il favorito Richard Kilty, campione mondiale 2014 ed europeo in carica, rispetta il pronostico e va a vincere in 6.54 davanti al serbo Jan Volko (6.58) e allo svedese Austin Hamilton (6.63). Male Michael Tumi: brillante al primo turno, l’italiano esce amaramente nelle semifinali con un altissimo 6.72 nella sua batteria.

Oro Repubblica Ceca nei 400 metri maschili grazie a Pavel Maslak, che in 45”77 fa suo il terzo oro continentale indoor battendo il polacco Rafal Omelko (46”06) e l’olandese Limarvin Bonevacia (46”26). Tra le donne, invece, è la Francia a festeggiare grazie alla prestazione di Floria Guei, che realizza il primato personale in 51”90 e si tiene dietro la ceca Zuzana Hejnova e la polacca Justyna Swiety, bronzo. Nei 1500 metri vince il favorito polacco Marcin Lewandowski, imponendosi in 3:44.83 sullo svedese Kalle Berglund (3:45.56) e sul ceco Filip Sasinek (3:45.89). Ottavo l’azzurro Yassin Bouih (3:47.95). Nella stessa gara, ma al femminile, realizza la doppietta la britannica Laura Muir, che dopo aver portato a casa l’oro dei 3000 vince anche nella mezza distanza in 4:02.39, nuovo record dei campionati.

La Polonia si aggiudica un secondo oro dal getto del peso grazie al ventenne Konrad Bukowiecki, che fa volare l’attrezzo fino ai 21.97 metri, beffando il ceco Tomas Stanek (21.43) e soprattutto il tedesco David Storl, grande favorito della gara, ma arrivato solo al bronzo con il lancio a 21.30. Non riesce ad agguantare l’ennesimo oro Ruuth Beitia: la spagnola, campionessa olimpica, deve accontentarsi dell’argento nella gara del salto in alto vinta dalla lituana Airine Palsyte con la misura di 2.01. Terza l’ucraina Yuliya Levchenko. Nel salto con l’asta femminile vince la medaglia d’oro la campionessa olimpica Ekaterini Stefanidi (4.85 saltato al primo tentativo); argento per la tedesca Lisa Ryzih (4.75), bronzo per la svedese Angelica Bengtsson e per l’ucraina Maryna Kylypko (4.55).

Dal salto in lungo maschile arriva lo storico oro dell’Albania grazie a Izmir Smajlaj, che arriva a saltare fino agli 8.08 metri, misura che vale ovviamente il nuovo record nazionale per il piccolo Paese balcanico. Argento per lo svedese Michel Tornéus, anch’egli a 8.08, ma con una seconda misura peggiore del primo classificato. Bronzo per l’ucraino Serhiy Nykyforov, capace di raggiungere gli 8.18 metri in qualificazione (sarebbero valsi l’oro), ma fermatosi in finale a 8.07. Filippo Randazzo, non ce l'ha fatta, unico dei tre azzurri in grado di approdare in finale nella gara da noi più attesa, il ventenne si piazza al settimo posto saltando uno scialbo 7.77 metri. Salto triplo femminile: oro Germania con Kristin Gierisch (14.37), argento Patricia Mamona (14.32), bronzo Paraskevi Papahristou (14.24).

Buone cose dall’ Italia con Silvano Chesani, primo nelle qualificazioni del salto in alto con tutte le misure riuscite al primo tentativo. Eliminato Christian Falocchi, che commette tre nulli a 2.25. Out Laura Strati nel salto in lungo: con 6.49 è la prima delle escluse (nona posizione) in una gara dominata dalla serba Ivana Spanovic, l’idolo di casa, che coglie il record mondiale stagionale a 7.03.

sabato 4 marzo 2017

Domani prende il via la Running Sicily-Coppa Conad


Prenderà il via domani da Malta la IV edizione del Running Sicily-Coppa Conad, manifestazione internazionale organizzata dall’Asd Agex. Atleti in rappresentanza di 20 nazioni saranno al via della Maratona e della Mezza Maratona nell’Isola dei Cavalieri, corsa giunta alla 33^ edizione e da quest’anno valida anche come prova d’apertura del circuito a tappe ideato da Nando Sorbello.
Sono tantissimi i siciliani che hanno raccolto il nostro invito sfruttando anche i prezzi vantaggiosi per la trasferta offerti dal Tour Operator, partner della Coppa Conad, ‘Il Tuareg’ – ha sottolineato Sorbello, direttore tecnico del Running Sicily 2017 – è una partecipazione numerosa e qualificata che ha concretamente dimostrato di apprezzare il progetto internazionale del nostro circuito. Grazie al gemellaggio sancito la scorsa stagione con Joseph Micallef, organizzatore della Vodafone Malta Marathon che ha superato quest’anno il record di 4.600 partecipanti, siamo diventati parte integrante di un grande appuntamento dell’atletica internazionale”.

Della “pattuglia” siciliana che domani sarà al via della Maratona di Malta fanno parte, tra gli altri, Vincenzo Agnello, trionfatore nel 2015 nella Half Marathon di Palermo ed il settantottenne bagherese, Edoardo Vaghetto, campione italiano (di categoria) della 100 km.
Dopo la tappa inaugurale di Malta, il Running Sicily-Coppa Conad “sbarcherà” in Sicilia per altre tre prove. La prima è in programma a Bagheria (10 Km. nell’ambito del 5^ Trofeo del Mare organizzato da Tommaso Ticali), quindi il 22 aprile sarà la volta del circuito cittadino di Cefalù (sempre sui 10 Km.) e la conclusione il 15 ottobre a Palermo l’International Half Marathon (previsto anche il traguardo dei 10 km.).
“Siamo pienamente soddisfatti – ha concluso Sorbello – dell’interesse crescente che riscuote il Running Sicily-Coppa Conad, manifestazione che si pone l’obiettivo di coniugare l’amore per lo sport a quello per arte e cultura. Tutte le tappe e tutti i percorsi scelti rispettano queste caratteristiche”.

E’ possibile iscriversi all’intero circuito o alle singole tappe, collegandosi al sito www.runningsicily.it o presso Tecnica Sport di Palermo, Jogging di Cefalù, Sport & Nutrion di Palermo e l’ASD Atletica Bagheria. Per informazioni si può contattare l’Associazione AGEX Palermo ai numeri di telefono: 327.7798241 oppure 392.9886742 (assagex@gmail.com)

FONTE: Blogsicilia.it

RECUPERA LA FORMA E CON LA MAGLIA IN LIMITED EDITION… RUN LIKE A DEEJAY!


Scendi dal tapis roulant e allenati all’aria aperta per tornare in forma in vista dell’estate!
Seconda edizione della maglia running da uomo rossa in limited editionin tessuto poliestere traspirante che si mantiene fresco e asciutto durante la corsa. € 24,00

Disponibile nella sezione DEEJAY STORE su www.amazon.it

giovedì 2 marzo 2017

Strasimeno da Record, sono 2.200 i runner iscritti


Sono 2.200 gli atleti che si ritroveranno ai nastri di partenza della 16esima edizione della Strasimeno domenica 5 marzo alle 9.15 a Castiglione del Lago. I più allenati si misureranno con il circuito dei 58 chilometri della gara regina accanto alla quale sono previste distanze intermedie (traguardo di 10 chilometri con arrivo a Borghetto di Tuoro; 21,097 chilometri a Passignano sul Trasimeno; 34 chilometri a San Feliciano; 42,195 chilometri a Sant’Arcangelo di Magione, quest’ultima valida come 11esimo Campionato italiano di maratona ferrovieri e soci Dlf).

A queste si aggiungono le passeggiate non competitive ‘Strasimeno Young’, in programma a Passignano sul Trasimeno sabato 4 marzo alle 15, e ‘Strasimeno Family’ alla quale parteciperà un nutrito gruppo di ragazzi delle scuole di Castiglione del Lago, per un tragitto di circa 7 chilometri. Organizzata dal Comitato Strasimeno, di cui fanno parte ‘A.s.d. Filippide – Avis Castiglione del Lago’, ‘Dream Runners Perugia’ e ‘Atletica Avis Perugia’, la manifestazione avrà come scenario, dunque, il Parco del Trasimeno.
Allo spettacolo naturalistico si affiancherà quello sportivo. Non mancheranno, infatti, apprezzati top runners tra cui l’ucraino Evgenii Glyva, Carmine Buccilli, Alberico Di Cecco e Igor Panchenko, tra i corridori da ‘tenere d’occhio’, mentre sul fronte femminile si assisterà al debutto nella 58 chilometri di Silvia Tamburi, tesserata dell’Atletica Avis Perugia, che dovrà confrontarsi, tra le altre, con l’emiliana Federica Moroni, la valdostana Francesca Canepa e la giapponese Majidae Sohn, vincitrice dell’edizione passata. Nella 34 chilometri, poi, spazio alla cantante Annalisa Minetti, medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Londra 2012 nei 1.500 metri e oro ai mondiali d’atletica paraolimpici di Lione nel 2013 sugli 800 metri T11.
Rispetto alla viabilità c’è da segnalare agli automobilisti che domenica 5 marzo dalle 9 alle 10.15 la strada statale 71 sarà chiusa al traffico nel tratto che va da Castiglione del Lago al raccordo con la superstrada Perugia-Bettolle. Sarà comunque garantito un percorso alternativo. Alcuni disagi potranno verificarsi, infine, nelle strade oggetto del passaggio degli atleti, in particolare nel centro abitato di Passignano sul Trasimeno dalle 10.30 alle 12. La manifestazione podistica si chiuderà a Castiglione del Lago intorno alle 18 con le premiazioni degli atleti, i primi 10 uomini e le prime 8 donne classificate in assoluto e i primi 5 classificati per ciascuna delle 13 categorie previste.

Europei indoor Belgrado 2017, domani 15 azzurri in gara, la diretta su Raisport dalle 9,20


Più di metà della squadra azzurra in gara a Belgrado nella giornata inaugurale dei Campionati Europei Indoor. Sono infatti 15 gli atleti italiani annunciati nei turni eliminatori di domani, venerdì 3 marzo, sul totale di 26 convocati. La Rai trasmetterà, secondo quanto riportato nel palinsesto, la diretta delle gare a cominciare dalle 9,20 fino a circa le 11,00 per la sessione mattutina per poi ricollegarsi alle 16,15 fino alle 18,45. Nella Kombank Arena, i primi a entrare in azione saranno tre dei più attesi: i saltatori in lungo Andrew Howe, Marcell Jacobs e Filippo Randazzo, dalle ore 9.40, per cercare un posto in finale. La misura richiesta per la qualificazione automatica è di 7,90, ma una delle prime otto posizioni garantirà comunque la possibilità di tornare in pedana sabato sera (ore 19.32). Alle 10.20 si correranno le batterie dei 400 metri con Mario Lambrughi e Marco Lorenzi, mentre le semifinali sono in programma alle 18.05. Nel triplo femminile (ore 12.00) per l’accesso diretto alla finale servirà 14,05: esattamente lo stesso risultato ottenuto dall’azzurra Dariya Derkach agli Assoluti di Ancona, però anche qui almeno le prime otto atlete della classifica andranno avanti, come in tutti gli altri concorsi che prevedono la fase di qualificazione. Alle 12.15 le batterie dei 3000 metri con Giulia Viola, invece alle 13.20 scenderà in pista Hassane Fofana sui 60 ostacoli, nel primo dei tre turni previsti (semifinali alle 16.45 e finale alle 20.10 per chiudere il programma della giornata).
La sessione pomeridiana vedrà impegnate Serena Capponcelli ed Erika Furlani alle 17.30 nelle qualificazioni dell’alto (1,93 per il pass diretto), poi Daniele Cavazzani e Fabrizio Donato alle ore 18.20 nel triplo (da saltare 16,60). Spazio quindi ai mezzofondisti: 3000 metri con Yeman Crippa e Marouan Razine alle 18.25, seguiti da Yassin Bouih sui 1500 alle 19.15. Nella prima giornata saranno in palio cinque titoli: asta maschile, peso e pentathlon femminili, 60 ostacoli uomini e donne. Stabilite inoltre le misure di qualificazione per l’alto maschile (2,28) che si disputerà sabato mattina con gli azzurri Silvano Chesani e Christian Falocchi, come il lungo femminile (6,60) con Laura Strati.

FONTE: Fidal.it